Salone di Francoforte 2019 nel segno di auto elettriche e ibride

0
921
Salone di Francoforte 2019: le novità elettriche e ibride.

Apre i battenti oggi, 12 settembre, il Salone di Francoforte 2019, che sarà aperto al pubblico fino a domenica 22. Sarà indubbiamente un’edizione particolare che risentirà di alcune vicende che sono andate ad incidere non solo sul mercato globale dell’auto, ma anche sulla rinuncia di diversi brand alla manifestazione. Su tutti, pesa come un macigno lo scontro fra Stati Uniti e Cina per quanto concerne i dazi. Inoltre non bisogna sottovalutare le nuove normative riguardanti la riduzione delle emissioni di CO2 (95 gr/Km) che partirà ufficialmente dal 1° gennaio 2020 e che sta creando parecchi problemi alle aziende.

Per questo motivo mai come quest’anno le principali case automobilistiche proporranno nuovi modelli elettrici e ibridi, nonostante la richiesta sul mercato sia ancora decisamente bassa, soprattutto a causa di costi che risultano impopolari. Al contempo peserà sull’evento l’addio di ben 23 società, provocato in particolar modo da un’organizzazione ormai superata di quest’importante appuntamento legato al mondo dei motori. Dunque non è un caso se ormai la stragrande maggioranza dei marchi scelga il Ces di Las Vegas oppure gli Open Air che comprendono anche l’interattività con il pubblico.

Salone di Francoforte 2019: 23 aziende hanno dato forfait.

Al di là delle preoccupazioni e delle problematiche che ruotano intorno all’intero comparto, l’industria automobilistica non rinuncia a presentare novità più o meno rivoluzionarie, trattandosi pur sempre di un settore che ha tutto l’interesse a risollevarsi dalle difficoltà, giacché dà lavoro a diverse persone tra dirigenti, impiegati e operai. E così, se per un verso al Salone di Francoforte 2019 si potranno comunque ammirare nuove vetture dei segmenti tradizionali, per l’altro invece verrà concesso ampio spazio all’elettrico nella speranza che i consumatori quanto prima si allineino alle direttive provenienti dai vari organismi internazionali, favorendo con i loro acquisti le automobili elettriche che permettono l’abbassamento delle emissioni di CO2, in attesa che le società motoristiche decidano di proporle a costi più accessibili.

Salone di Francoforte 2019: le principali proposte elettriche e ibride

La manifestazione automobilistica che comincia oggi, dunque, accenderà i riflettori su diverse proposte legate sia all’elettrico che al settore dei Suv. Cominciando dai modelli volti a garantire un abbassamento dei livelli di anidride carbonica nell’atmosfera, Volkswagen punterà soprattutto su ID.3 che, nei piani dell’azienda di Wolfsburg, dovrebbe essere economicamente accessibile ad un ventaglio più ampio di clienti, avendo un costo di base di circa 30.000 euro. Il brand tedesco in questo periodo si è molto soffermato sull’elettrificazione, infatti all’evento sarà mostrata un’intera gamma di macchine «green», tra le quali si segnalano in particolare ID Crozz (Suv), ID Buzz (Multivan) e ID Buggy.

La Volkswagen ID.3

Gli altri storici brand non resteranno di certo a guardare. Occhi puntati ad esempio sulla Mini Cooper SE, la prima nella lunga storia di quest’auto completamente elettrica, ed anche sulla Porsche Taycan che, nelle intenzioni della casa di Stoccarda, dovrà andare a sfidare sul suo terreno la Tesla.

La Mini Cooper SE.

Ovviamente ci saranno anche numerose macchine ibride, e in questo caso le più attese risultano la Opel Grandland X Hybrid4, la Renault Captur che dal prossimo anno dovrebbe approdare sul mercato anche nella versione E-Tech Plug-in, e poi la Seat con la sua Tarraco FR PHEV. Molto importante sarà anche il debutto della Lamborghini nell’ibrido con l’innovativa Siàn.

Porsche Taycan: la prima elettrica tedesca sfreccia su una portaerei

Ampia gamma di Suv

Il Salone di Francoforte 2019 presterà certamente grande attenzione all’elettrico e all’ibrido. Di contro, però, non sarà da meno il segmento dei Suv crossover, il cui appeal sul mercato è segnalato in costante aumento. Si porranno in una via di mezzo tra queste caratteristiche gli Sport Utility targati Ford, Puma e Kuga che infatti saranno protagonisti in Germania con delle edizioni mild-hybrid, anche se per il prossimo anno è già stato annunciato il lancio di varianti ibride plug-in.

Una delle star più attese è certamente la Land Rover Defender, punto di riferimento incontrastato dei Suv. Saranno diverse le aziende che proveranno a scalzare dal trono la dominatrice britannica: oltre alla Ford non si dovrà sottovalutare l’Audi con la Q3 Sportback con eleganti richiami coupé, e potrebbe riservare sorprese positive pure la più sportiva RS Q3. Desta curiosità invece la A1 City Carver, progettata e realizzata per cercare di imporsi come Urban Suv.

La Audi A1 City Carver.

BMW, dopo aver lanciato la Serie 3 Touring e la Serie 1, avrà l’onore e l’onere di mostrare al pubblico del Salone di Francoforte 2019 il nuovo maxi Suv X6. Mercedes non starà affatto a guardare e schiererà la sua vasta gamma di Suv, i GLA e GLB, disponibili anche in modelli da 7 posti.

La Skoda proporrà le sue nuove proposte di tutto rispetto come il piccolo e agile Suv Kamiq, l’edizione cabrio della VW T-Roc, e proprio per non farsi mancare nulla la già popolare e molto apprezzata Kia XCeed.