Salmo: il singolo “L’angelo caduto” arriva in radio

0
339
Cover di Flop - Salmo

Dal 1 gennaio 2022 sarà in rotazione radiofonica “L’angelo caduto”, singolo di Salmo feat. Shari estratto dal nuovo album “Flop”.

Salmo: quando è uscito “L’angelo caduto”?

“L’angelo caduto”, uscito lo scorso 1° ottobre, è il brano più struggente del disco: emotivo, sensibile, violentemente umano. Il ritornello si alza verso il cielo nella voce eterea della giovane artista di Lebonski 360°, etichetta di Salmo, che ci lascia fra le più intense parole della sua carriera: “Volevo farti sapere che non sei sola quando hai il cuore in gola, io sarò al tuo fianco come una pistola, copriti bene che fuori nevica ancora”. “Tu sei la canzone che non so scrivere, ricordati di me per sorridere”. “Perso nell’ignoto, dormo sopra un’altalena sospesa nel vuoto, ho visto un angelo nel marmo, devi scolpire se vuoi liberarlo”. Il brano chiude il cerchio con la copertina di “Flop” che cita “L’angelo caduto”, opera del 1868 di Alexandre Cabanel.

Salmo: “Flop”

“Flop” è un disco che si interroga su un tema importante quanto tabù, quello del fallimento, che con tutte le contraddizioni del caso ci rende umani. Salmo affronta la paura più grande di ogni artista. In un mondo dominato da materialismo e capitalismo, dove contano la ricerca della perfezione e della fama, l’artista cerca di tornare alle radici della nostra essenza. “Flop” è una breccia che svela le apparenze, una sincope sonora, un invito a sbagliare in un mondo tanto perfetto quanto spesso ipocrita.

Un album maturo

“Flop” è un album che sposta l’equilibrio del pubblico, lo disorienta, conducendolo nelle stanze specchiate delle mille anime artistiche di Salmo. Un disco maturo, eccentrico, fuori dai canoni di genere. Al flow inossidabile, che da sempre continua a rivoluzione il rap italiano, si uniscono e alternano aperture vocali, chitarre sfreccianti e innesti elettronici. Ad accompagnare il rapper sardo, il meglio della scena rap degli ultimi vent’anni: Marracash, Gué Pequeno, Noyz Narcos e, naturalmente, Shari.