Sahara: ci sono miliardi di alberi, contati dall’intelligenza artificiale

Sono miliardi gli alberi che vegetano nel Sahara

0
1105

Il Sahara è il deserto più grande del mondo e questo è risaputo. Uno dei luoghi meno ospitali dell’universo. Eppure un’intelligenza artificiale ha trovato miliardi di alberi in pieno deserto. Più di 1,8 miliardi di alberi, ovvero 13,4 alberi per ettaro. In alcune zone la copertura verde arriva ad appena lo 0,1 per cento nelle zone iperaride. Mentre raggiunge il 5,6 per cento e in quelle semi aride, e il 13,3 per cento in quelle sub umide.

Sahara: cosa ha scoperto l’intelligenza artificiale?

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Copenaghen con l’ausilio dell’intelligenza artificiale, ha scoperto che tra l’Africa Occidentale, Sahara e Sahel, vivono più di 1,8 miliardi di alberi. La rilevazione è stata possibile attraverso un algoritmo per le immagini satellitari ad alta risoluzione. Pertanto, gli studiosi analizzando le immagini hanno mappato la densità degli alberi. Quelli larghi almeno 12 metri quadrati, sono quasi due miliardi. “Siamo rimasti sorpresi dal dato di tutti quegli alberi che crescono effettivamente nel deserto del Sahara. Fino ad ora si pensava che praticamente non ne esistessero”, ha spiegato il professor Martin Brandt del Dipartimento di geoscienze dell’Università di Copenaghen. “Abbiamo contato centinaia di milioni di alberi in pieno deserto”.

L’ausilio della tecnologia

Identificare gli alberi al di fuori delle aree boschive è difficile con le immagini a bassa risoluzione dei comuni satelliti. Tra l’altro nessuno si era accorto di questa ricchezza vegetale. In quanto, di solito i biologi pongono molta più attenzione alle foreste.  Inoltre, le tecnologie finora disponibili permettevano una risoluzione di 10-30 metri di area. Quindi non sufficiente a contare i singoli alberi. Invece, con l’intelligenza artificiale gli studiosi sono riusciti ad analizzare 11.000 immagini satellitari. E a effettuare un conteggio accurato degli alberi e degli arbusti presenti in un’area di più di 1,3 milioni. La mappatura degli alberi che non appartengono a foreste è molto utile per spiegare il loro impatto sull’ambiente. 

Il Sahara non sempre è stato un deserto

ll Sahara non era un deserto. Era un territorio nel quale si alternava dune sabbiose con piccoli laghi. Fiumi che scorrevano dalle montagne verso ampie pianure coperte da savana. Ed era densamente abitato. Sia da animali selvatici, sia da comunità umane. Prima di cacciatori, pescatori, poi di pastori. Così, elefanti, ippopotami, antilopi hanno potuto nutrirsi da soli. Fino a quando non si sono trovati soddisfatti in uno scenario totalmente contrario a quello che conosciamo ora.