Sadyr Zhaparov candidato alla presidenza cambiando la costituzione?

Nuove elezioni per formare il governo il prima possibile

0
159
Sadyr Zhaparov

Il 16 ottobre il Parlamento ha accettato le dimissioni di Sooronbai Zheenbekov. La decisione del presidente Sooronbai Zheenbekov di dimettersi è percepita in modo diverso nella società. Qualcuno ha pensato che fosse il passo giusto per preservare la stabilità del paese. Altri ritengono che le azioni del capo dello Stato e del suo entourage abbiano portato a tali conseguenze. In più chi doveva assumere la sua autorità, si è rifiutato dell’incarico. Di conseguenza, il presidente ad interim è diventato Sadyr Zhaparov, che in precedenza aveva ricevuto la carica di primo ministro. Tuttavia, i leader stranieri non hanno ancora fretta di riconoscerlo come legittimo.

Sadyr Zhaparov salvato dal carcere da una folla di sostenitori?

Sadyr Zhaparov esponente dell’opposizione nazionalista stava scontando una pena per aver tentato di rapire un avversario politico. Salvato dal carcere da una folla di sostenitori che si è recata a Bishkek per manifestare contro i risultati delle elezioni parlamentari. Verrà poi nominato Primo Ministro. La rivolta è stata la terza rivolta popolare a rovesciare un presidente in Kirghizistan dal 2005. Ora deve giustificare le grandi speranze della popolazione del Paese, che sta sempre più sprofondando nella crisi.

Amico di Zhaparov nominato Capo del Comitato di Sicurezza Nazionale di Stato

Zhaparov ha nominato Kamchybek Tashiyev, un amico e leader monopolista del partito Mekenchil, a capo del Comitato di sicurezza nazionale dello Stato. Il neo-eletto capo del potente servizio speciale, ha rilasciato molte dichiarazioni ad alta voce. In particolare ha promesso di occuparsi del crimine e di mettere in prigione il noto e scandalosamente conosciuto Rayimbek Matraimov.

Sadyr Zhaparov Presidente e Primo Ministro

Sadyr Zhaparov mira alla presidenza tentando di cambiare la costituzione e nominando amici nei punti chiave. Zhaparov è diventato il possessore di due posizioni di alta carica nel paese. In questo caso, nel paese è rimasto un solo ramo di potere, ad eccezione della magistratura. I poteri del Presidente e del Primo Ministro sono nelle mani di una sola persona. Il Parlamento interromperà i suoi lavori. L’equilibrio tra i rami del potere che assicurano la democrazia è destinato a scomparire.

Nuove elezioni per formare il governo il prima possibile

Le nuove elezioni parlamentari si terranno a fine di dicembre di quest’anno, invece quelle presidenziali inizio gennaio 2021. Anche se, dato l’alto costo delle elezioni, potranno essere tenute nello stesso giorno. Cosi per poter formare in maniera rapida il nuovo governo eletto. Non è chiaro, tuttavia, quali fondi saranno utilizzati per le elezioni. Il bilancio è scarso e la Russia ha congelato l’assistenza finanziaria al Kirghizistan.

Iskhak Masaliyev averte che possibili usurpatori non saranno tolerati

Iskhak Masaliyev, ex deputato e leader del Partito dei comunisti del Kirghizistan ha criticato Zhaparov. Ha poi detto che: “La Costituzione stabilisce chiaramente che le elezioni presidenziali devono essere programmate entro tre mesi. Se hanno comprensione e intelligenza e nessun desiderio di tenere tutto il potere in una sola mano, allora tutto dovrebbe andare come dovrebbe. Ma se hanno altri obiettivi, allora non lo so. Secondo la Costituzione, il presidente ad interim non può candidarsi alla carica di capo dello Stato“.

Zhaparov riconosciuto solo dall’Uzbekistan

Finora, tra i leader stranieri, solo il primo ministro dell’Uzbekistan ha inviato le congratulazioni a Zhaparov per la sua nomina a primo ministro. Nulla da parte dei principali paesi partner del Kirghizistan. La Russia è ancora in fase di riflessione, i commenti di Mosca sono di carattere generale. I Paesi dell’Unione Europea e altri Paesi occidentali non si sono ancora espressi in merito.


Scontri e proteste a Bishkek contro l’esito delle elezioni


Commenti