Sabrina Salerno dà informazioni su Grillo e Berlusconi in un’intervista

0
1058

La cantante italiana Sabrina Salerno, simbolo degli ’80 ed hitmaker dal successo internazionale, torna a far parlare di sé per un’intervista concessa al Fatto Quotidiano. La popstar, nota a tutti per brani come “Boys” e “Siamo Donne”, vive attualmente in Francia e continua a portare avanti sia la sua vita privata, che l’ha resa madre di un ragazzo di 15 anni, che una carriera artistica fatta di esibizioni su palchi internazionali e qualche nuovo singolo. Le nuove frontiere non le hanno fatto comunque dimenticare del periodo che l’ha consacrata come icona, ed è proprio di argomenti riguardanti quel glorioso decennio che Sabrina ha parlato nella sua nuova intervista.

La cantante ha innanzitutto rivelato un lato inedito ai più di se stessa: lei che è apparsa sempre bellissima, sexy e fiera davanti alla macchina da presa, oggi rivela che in gioventù la sua attenzione eccessiva per l’immagine la portava a non sentirsi mai sufficientemente bella – insicurezze che ha comunque combattuto negli anni, e che rimangono ormai solo un ricordo. L’evoluzione della sua sicurezza interiore la porta oggi ad interagire su Instagram coi propri fan, dai quali afferma di ricevere al 90% commenti positivi e graditi ed al 10% richieste assurde che arrivano da parte di “persone che pensano di poter comprare tutto, gente di potere”.

La diva parla inoltre dei rapporti interpersonali con altri artisti molto famosi negli anni ’80: Sabrina afferma, ad esempio, che fra lei e Paolo Villaggio non è mai corso buon sangue, che lei è sempre stata “acetosa” con lui perché il suo acume le pareva “deciso ma cattivo”; l’artista parla anche di Giorgio Faletti, con cui ha spesso cenato insieme ma che risultava comunque abbastanza taciturno, e dell’allora comico (ed oggi fondatore del Movimento 5 Stelle) Beppe Grillo. Grillo è definito da Sabrina Salerno come un uomo a cui vuole bene ma (ai tempi) abbastanza triste ed introverso, il classico comico che appariva in maniera completamente diversa sul palco e nel privato.

A proposito di personalità destinate ad entrare in politica, Sabrina Salerno parla anche Silvio Berlusconi: Sabrina afferma che l’imprenditore ed attuale leader di Forza Italia fosse “pazzo di lei”, senza tuttavia lasciar intendere di essere stata oggetto di attenzioni eccessive da parte del futuro presidente del consiglio. Sabrina parla infine di una delle principali fortune che spettano a chi, come lei, gira il mondo da anni per presentare la sua musica dal vivo in concerti e performance varie: poter toccare con mano i cambiamenti delle nazioni nel corso delle epoche storiche. A tal proposito, la Salerno pronuncia una dichiarazione sulla Russia, ed in particolare su Mosca:

ai tempi l’unione sovietica era un altro mondo, si avvertiva un certo fascino, una stratificazione storica, una sua identità, mentre adesso mosca è una città qualunque. non voglio dire che preferivo il periodo comunista, ma si è passati all’estremo opposto: una fase storica è stata uccisa.

Commenti