Saara Aalto: Wild Wild Wonderland album – Recensione

0
262

Saara Aalto ci porta nel suo nuovo album Wild Wild Wonderland

Il 2018 sicuramente per adesso è l’anno più importante per la carriera di Saara Aalto. La cantante finlandese ha iniziato ad ottenere riconoscimenti a livello internazionale grazie al fatto di essere arrivata seconda ad X Factor UK e dopo aver fatto innumerevoli concorsi canori nel suo paese natale. Recentemente l’abbiamo potuta apprezzare all’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest in rappresentanza della sua Finlandia dove ha presentato il brano “Monsters” classificandosi al venticinquesimo posto della classifica finale. Ora è uscito il suo nuovo album intitolato “Wild Wild Wonderland”.

In Wild Wild Wonderland, Saara ha sicuramente intrapreso una direzione più uptempo, il che non sorprende dopo che ci ha regalato le bellissime canzoni pop-dance di “Monsters” e “Queens”, ed il potete midtempo ispirato a Sia “Domino”.  Tra le 13 tracce presenti nel disco, ci sono parecchie canzoni da ballare e questo ci piace, ma Saara non è solo disco-pop, in “Dance Like Nobody’s Watching” è presente solo la voce di Saara, il suono del pianoforte e degli archi.

Sebbene la maggior parte del disco possa essere definita pop uptempo, Saara mostra la sua anima camaleontica mostrando di essere versatile con la voce in quasi tutti i brani. “Dance!!!” è un tributo altalenante al disco pop degli anni ottanta con una produzione che riecheggia “I Wanna Dance With Somebody” di Whitney Houston. “Half A Heart” è un vortice vocale su cui Saara rievoca la Pussycat Doll che è in lei. In “Sirens” Saara segue un approccio più contemporaneo con una produzione elettronica leggera e un coro luminoso e in ascesa sull’amore universale.

“Don’t Deny Our Love” è uno dei punti salienti del disco con un suono electro pop e un coro tutto distruttivo. Il modo in cui Saara raggiunge la nota più alta nella parte  (I know you got reasons to be scared – So che hai motivi per aver paura), è fuori dal mondo!.  “Walking On Nails” è un’altra melodia pop perfetta con un coro radiofriendly e testi che parlano dell’incertezza che viene con un nuovo amore nella propria vita. In “HÄN” si sente Saara mostrare la voce potente in stile Jessie J, ma con più moderazione e restrizione. La traccia del titolo ‘Wild Wild Wonderland’ sembra essere stata presa direttamente da un disco di Kylie Minogue dei primi anni ’80, che è il più grande complimento che un fan del pop puro potrebbe fare.

È impressionante vedere come Saara Aalto sia riuscita a rilasciare un album pop ottimamente coeso, considerando la grande quantità di collaboratori con cui ha lavorato per Wild Wild Wonderland . C’è abbastanza materiale che possa diventare un successo radiofonico e possa aiutare Saara a sfruttare l’onda mediatica dopo le sue performance davanti a milioni di persone all’Eurovision Song Contest. Wild Wild Wonderland è un album che la definisce un’artista e potrebbe essere il suo biglietto per il successo a livello internazionale.

Wild Wild Wonderland – Tracklist

1. Monsters
2. HÄN
3. DANCE!!!
4. Queens
5. Half A Heart
6. Dance Like Nobody’s Watching
7. Sirens
8. Don’t Deny Our Love
9. My Touch
10. Walking On Nails
11. Domino
12. Wild Wild Wonderland
13. No Fear (Bonus Track)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here