Saakashvili sta rischiando la morte in carcere

Mikheil SaakaShvili il politico Georgiano-Ucraino. dal 2004 al 2013 è stato il presidente della Georgia con 2 mandati. dal 2014 governatore di Odesa, in Ucraina. dal 2014 rifugiato in Ucraina. dal governo georgiano è stato condannato a sei anni per abuso di potere.

0
709
Georgia: arrestato il leader dell’opposizione

L’ex presidente della Georgia Mikheil Saakashvili dal 1 ottobre si trova in carcere in sciopero della fame. Dopo quaranta giorni il suo stato di salute risulta essere grave.

Cosa sta succedendo in Georgia

Sostenitori dell’ex presidente manifestano dal giorno dell’arresto. Negli ultimi giorni manifestano davanti al carcere 24 ore su 24 con la richiesta di ricoverare Mikheil Saakashvili in un ambulatorio pubblico. E’ stato rilasciato anche il permesso dal comitato dei medici. Come dice il suo medico curante Nikoloz Khipshidze: ”L’ex presidente sta rischiando la morte”. Dopo la risposta del tribunale di Strasburgo, l’ex presidente ha messo fine allo sciopero. Il governo Georgiano conferma il trasferimento in ospedale. Invece è stato trasferito dal carcere di Rustavi al carcere di Gldani. In una stanza isolata l’ 8 novembre. Il ministro di giustizia Rati Bregadze risponde: “in caso di crisi, viene ricoverato nell’ambulatorio del carcere”. Il Movimento Nazionale Unito ha denunciato che è stato spostato con la forza e senza essere messo a conoscenza della destinazione reale. Anche per questa volta risponde Rati Bregadze, il ministro della Giustizia, publicando il video filmato di Mikheil Saakashvili. Si vede nel video, che Saakashvili rifiuta di scendere dal ambulanza dicendo che non sapeva che veniva trasferito neò carcere di Gldani. Afferma di continuare lo sciopero della fame, dichiarando la oro inaffidabilità. Non accetta nessun farmaco. SaakaSvili dichiara che loro sono incaricati da Putin di ucciderlo. Il ministro Rati Bregadze risponde che la polizia ha fatto il suo lavoro e dopo l’agressione del’ ex presidente, lo hanno portato mezzo nudo nell’ambulatorio del carcere.


Georgia: l’ex presidente Saakachvili viene subito arrestato


La posizione dell’Europa

In Georgia è arrivata la parlamentare europea Anna Fotyga per far visita all’ex presidente e conoscere la situazione. Il governo Georgiano non le ha rilasciato il permesso per entrare in carcere. All’arrivo di Anna Fotyga ha fatto seguito una dichiarazione del capo del partito di potere Sogno Georgiano Irakli Kobakhidze: “Queste persone o dichiarano che la Georgia è un stato dove la legge fa legge, o saremo noi a chiamare loro protettori di criminali” . Negli ultimi giorni, in cui l’ex presidente non riesce più ad alzarsi dal letto, 11 parlamentari dell’opposizione hanno cominciato lo sciopero della fame per solidarietà, richiedendo il ricovero per Saakashvili.