S-300 bielorussi in movimento verso confini lituani e polacchi

0
486

Con l’aumentare della tensione tra l’UE e la Bielorussia, la Bielorussia sta dimostrando nuovi segni di forza. Questa volta sistemi missilistici terra-aria S-300 bielorussi sono stat spostati più vicini ai confini lituani e polacchi.

Quando sono iniziati i movimenti degli S-300 bielorussi?


Il 30 giugno 2021, i video realizzati da civili bielorussi hanno iniziato a emergere su Telegram. In questi video, i sistemi SAM S-300 si sarebbero mossi e avrebbero preso posizione vicino al confine lituano e polacco. La maggior parte di questi video e foto, pubblicati dal canale Telegram di opposizione bielorusso NEXTA, può essere geolocalizzata, consentendo di tracciare i suoi movimenti. Il movimento dei sistemi SAM S-300 più vicino al confine probabilmente serve a due scopi principali. La preparazione per l’esercitazione ZAPAD 2021 su larga scala che si svolgerà nel settembre del 2021. E la flessione del potere militare in mezzo alle crescenti tensioni dovute alle ultime sanzioni dell’UE . Al momento non sono emerse ulteriori prove del movimento dei veicoli S-300 SAM.

Migranti e manovre militari

L’atterraggio forzato di un volo Ryanair in volo da Atene a Vilnius il 23 maggio per arrestare il membro dell’opposizione Raman Pratasevich è stata l’ultima goccia per l’UE. Il 24 giugno, il Consiglio europeo ha introdotto nuove misure restrittive contro il regime bielorusso. Il regime del presidente Lukashenka non ha preso alla leggera le sanzioni e ha promesso pubblicamente una guerra ibrida contro l’UE. Alla fine di giugno, in una conferenza a Brest, Lukashenka ha annunciato che le autorità bielorusse avrebbero smesso di salvaguardare i confini dell’UE dai migranti privi di documenti. Questo ha portato a onde migratorie organizzate dallo stato nei paesi vicini dell’UE. La Lituania è uno dei paesi più colpiti da questa escalation.


Aereo dirottato a Minsk: UE sanziona la Bielorussia


Le manovre militari ai confini

Un’altra parte della risposta di Lukashenka è l’avvio di manovre militari lungo i confini con la Lituania e la Polonia. Manovre precedenti sono state segnalate nell’agosto 2020. All’epoca Lukashenka ha trasferito un terzo dell’esercito bielorusso in risposta a presunte operazioni di intelligence lituane e polacche nel paese. Alla fine del 30 giugno 2021, sono emersi online i segnali di nuovi movimenti militari verso i confini. La distribuzione dei lanciatori SAM S-300 sembra essere il prossimo passo in questa situazione di stallo. Lo spostamento di questi sistemi più vicino al confine lituano potrebbe essere un segno di un ulteriore sviluppo della situazione. Soprattutto in vista dell’imminente esercitazione ZAPAD 2021, tradizionalmente rivolta contro la NATO e i paesi dell’UE.

Geolocalizzazione


Il 30 giugno 2021, il canale Telegram dell’opposizione bielorussa NEXTA ha pubblicato numerose foto e video realizzati da civili bielorussi. Presumibilmente, questi video mostravano il movimento dei sistemi SAM S-300 al confine tra Lituania e Polonia. Per confermare queste affermazioni, DFRLab ha geolocalizzato e verificato due di questi video. Il primo video ha catturato un S-300 in movimento in una piccola città bielorussa. Il cartello sul muro dell’edificio indicava che si trattava di un “ospedale regionale centrale”. Secondo l’analisi della geolocalizzazione era l’ospedale principale nella città di Myadzel, nel nord della Bielorussia.

Dove sono diretti gli S-300 bielorussi?

La destinazione o l’ubicazione permanente delle implementazioni del sistema SAM S-300 non è chiara. Tuttavia la città di Myadzel si trova a circa 40 chilometri dal confine lituano. Il secondo video emerso è stato preso da un’auto in movimento, catturando un sistema SAM S-300 sul lato della strada. I segnali stradali visibili e il suggerimento di NEXTA che il video è stato girato vicino alla città di Vawkavysk, hanno permesso al DFRLab di geolocalizzare e verificare questo video. Il veicolo S-300 SAM è stato filmato mentre si fermava a circa due chilometri a est di Vawkavysk. Le suddette località sono state individuate su una mappa, mostrando chiaramente che sono state registrate vicino ai confini polacchi e lituani.