Ruviano, il 29 e 30 giugno si parla di paesaggi e Terra di Lavoro

0
462
Ruviano

Ruviano, piccolo borgo della provincia di Caserta, posto nell’ansa del fiume Volturno, a confine con la provincia di Benevento, si prepara ad accogliere un interessante evento focalizzato sulle potenzialità del territorio, sulla cultura locale e la tradizione rurale.

Il 29 e 30 giugno si parla di paesaggi, di tradizione, di antichi mestieri e cultura popolare nelle aree interne della Terra di Lavoro. Si cerca nel presente le tracce del passato per fare sintesi intorno a un patrimonio ambientale, naturale e culturale da tramandare alle generazioni future.

Si inizia alle ore 9,30 del 29 giugno con i saluti del sindaco di Ruviano, Roberto Cusano. A seguire, dopo il primo cittadino, ci saranno gli interventi di qualificati docenti ed esperti: Luigi Maffei, direttore del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università della Campania, Augusto Ciuffetti dell’Università Politecnica delle Marche, Dora Renzuto della Regione Campania, Maria Rosaria Iacono rappresentante di Italia Nostra, Pasquale Di Meo della proloco locale e poi ancora Francesca Castanò dell’Università della Campania, Michele Russo, esperto di storia del territorio, Gabriella Saudella del Comune di Ruviano, Vincenzo Coppola agronomo e Gianfranco De Matteis, Riccardo Serraglio, Fabiana Forte, Giuseppe Guida, Massimiliano Rendina dell’Università della Campania. Nel pomeriggio sarà possibile visitare la mostra “Storie di mani” curata da Francesca Castanò e Caterina Fiorentino, un percorso espositivo sulle mani nell’arte, a lavoro e nel design.

Sono previste visite guidate nel territorio di Ruviano (Masseria De Angelis, Antico Mulino, La Guardiola, Cantina Arena).

Un’occasione importante per riflettere e coinvolgere la comunità locale, per stimolare il dibattito sulle potenzialità di sviluppo futuro che possono rintracciare significative tracce nel passato, anche come opportunità di lancio di nuove forme di sviluppo locale turistico a basso impatto ambientale.

Turismo rurale, turismo naturale e culturale, il turismo sostenibile nelle sue più variegate declinazioni, può rappresentare una concreta prospettiva futura per un’area interna ricca di risorse territoriali.

Il programma completo Ruvianoe l’elenco dei relatori nel programma a lato.

Commenti