Russia – Sindaco della città di Mosca emette decreti per contrastare le difficolta causate dal Coronavirus

0
298

Sindaco di Mosca, 220 euro mensili per chi perde il lavoro.

Nel decreto del sindaco di Mosca, Sergej Sobjanin, che impone restrizioni al momento all’interno della città sono previsti aiuti nella misura di 19.500 rubli (circa 220 euro) mensili per coloro che in conseguenza delle restrizioni si trovino a perdere l’occupazione.
Il pagamento verrà effettuato automaticamente, senza la presentazione di dichiarazioni. Nel paese lo stipendio minimo si aggira intorno ai 190 euro, quello medio intorno ai 700.
Sobjanin ha annunciato poco fa che la città sarà in regime di isolamento a partire da domani. Secondo quanto si apprende dall’ufficio del sindaco, sarà possibile lasciare il proprio appartamento solo per motivi di lavoro, recarsi alla rivendita alimentare o alla farmacia più vicini o per sottoporsi a interventi sanitari d’emergenza. Sarà consentito inoltre di smaltire i rifiuti e le passeggiate per gli animali domestici, mentre sarà completamente vietato il traffico in entrata e uscita dalla città.
Per le persone che hanno perso delle opportunità lavorative a causa del blocco sono previsti infine dei risarcimenti che verranno erogati dal comune di Mosca. “Sono misure dure ma sono nell’interesse dei moscoviti”, ha detto pochi minuti fa il portavoce presidenziale, Dmitrij Peskov, commentando le notizie del lockdown della città.

Sindaco di Mosca, malati lievi affetti da Covid-19 verranno trattati a casa.

I moscoviti con un decorso lieve del Covid-2019 verranno trattati a casa sotto la supervisione di medici. Lo ha annunciato il sindaco della capitale russa, Sergej Sobjanin, nel comunicato che accompagna il decreto che stabilisce il regime di quarantena per la città, pubblicato oggi.

“Come prescritto dai medici, (i malati non gravi) riceveranno farmaci anti-virali gratuitamente. Come misura preventiva, anche i medici e gli altri specialisti coinvolti nella lotta contro la diffusione della nuova infezione da coronavirus riceveranno farmaci antivirali gratuiti”, ha dichiarato Sobjanin, precisando che i trattamenti saranno effettuati del personale medico e paramedico.

Sobjanin ha annunciato poco fa che la città sarà in regime di isolamento a partire da domani. Secondo quanto si apprende dall’ufficio del sindaco, sarà possibile lasciare il proprio appartamento solo per motivi di lavoro, recarsi alla rivendita alimentare o alla farmacia più vicini o per sottoporsi a interventi sanitari d’emergenza.

Sarà consentito inoltre di smaltire i rifiuti e le passeggiate per gli animali domestici, mentre sarà completamente vietato il traffico in entrata e uscita dalla città. Per le persone che hanno perso delle opportunità lavorative a causa del blocco sono previsti infine dei risarcimenti che verranno erogati dal comune di Mosca.

“Sono misure dure ma sono nell’interesse dei moscoviti”, ha detto pochi minuti fa il portavoce presidenziale, Dmitrij Peskov, commentando le notizie del lockdown della città.

Sindaco di Mosca, saranno emessi pass speciali per lasciare le proprie abitazioni.

Le autorità di Mosca appronteranno misure volte a garantire il rispetto del regime di autoisolamento, compresa l’emissione di pass speciali ai cittadini per lasciare le proprie abitazioni.
Lo ha dichiarato il sindaco della capitale russa, Sergej Sobjanin, nel comunicato che accompagna il decreto che stabilisce il regime di quarantena per la città, pubblicato oggi. “Nei prossimi giorni – dopo aver messo in atto misure tecniche e organizzative – sarà possibile uscire solo in possesso di un pass speciale secondo le modalità stabilite dal governo di Mosca.
Durante la prossima settimana verrà implementato un sistema intelligente di monitoraggio del rispetto del regime di isolamento domestico e delle regole stabilite per la circolazione dei cittadini. A poco a poco, ma costantemente, rafforzeremo il controllo necessario in questa situazione”, ha dichiarato Sobjanin.
Per le strade, nei negozi, sui mezzi di trasporto e in altri luoghi pubblici i cittadini saranno tenuti ad osservare la distanza sociale da altre persone di almeno 1,5 metri. L’eccezione è solo per i taxi”, si legge nel documento. 
Commenti