Russia: bloccato sui social il gruppo di madri dei soldati dopo le critiche a Putin

0
229
Russia: bloccato sui social il gruppo di madri dei soldati dopo le critiche a Putin

In Russia è stato bloccato sul popolare social network VKontakte il gruppo di madri dei soldati dopo che quest’ultimo ha criticato il presidente Vladimir Putin.

Critiche a Putin: in Russia bloccato sui social il gruppo di madri dei soldati

Il popolare social network russo VKontakte ha bloccato un gruppo di parenti di soldati dopo le critiche contro il presidente Vladimir Putin. Il Consiglio delle mogli e delle madri, nato dopo che Putin ha annunciato una mobilitazione parziale e che rappresenta i parenti dei coscritti di 89 città russe, ha affermato che la sua pagina era stata bloccata su richiesta dell’ufficio del procuratore generale russo senza ulteriori spiegazioni. Il divieto del gruppo è arrivato dopo che quest’ultimo ha accusato il Cremlino di aver escluso i suoi membri dall’incontro di Putin con le madri dei soldati. L’incontro è avvenuto alla vigilia della festa della mamma. Putin ha definito “eroi” i soldati che combattono in Ucraina. “Condividiamo il dolore per coloro che hanno perso un figlio”, ha detto. Il presidente russo ha poi invitato le madri a non credere a tutte le “false notizie, inganni e menzogne” diffuse attraverso Internet.

I membri del Consiglio delle mogli e delle madri a metà novembre hanno protestato davanti al quartier generale del distretto militare occidentale. Hanno chiesto il ritorno dei soldati mobilitati dal fronte e i negoziati di pace con l’Ucraina. Il gruppo ha adottato una  risoluzione che esprime sfiducia nei confronti delle autorità russe che “hanno trascinato il nostro paese in un sanguinoso conflitto armato” e “hanno disintegrato l’esercito russo”. Ad affermarlo è il sito web di notizie Taiga.info con sede in Siberia, che ha riferito di aver ottenuto il testo.


Leggi anche: La storia si ripete: dopo 90 anni gli ucraini rivivono il…