La Russia artica nel mirino del cambiamento climatico .

0
205
cambiamento climatico nella russia artica
Russia artica e il cambiamento climatico

Ormai è da giugno che nella Russia artica settentrionale si registra  un aumento di 5° celsius , una temperatura che negli ultimi anni non è mai stata cosi elevata  . Questo caldo estremo ha provocato  un aumento sostanziale degli incendi boschivi nella foresta boreale . Greenpeace ha dichiarato che dal 6 luglio sono scaturiti  246 incendi naturali su 7 regioni che già avevano dichiarato lo stato di emergenza .

 il Copernicus Climate Change servis spiega che questo cambiamento climatico e  le sue conseguenze  nella Russia artica avviene per  2 motivi principali : 

Il primo  è derivante dalle emissioni di metano , nelle zone umide e boschive  e lo scioglimento del permafrost , che rilascia una gran quantità di anidride carbonica nell’aria .

La copertura di neve e ghiaccio con l’aumento delle temperature amplifica la velocità di fusione del permafrost  che aumenta a sua volta il riscaldamento entrando in un ciclo vizioso pericolosissimo.

(Questa è un’immagine di due ricercatori che riescono a accendere un fuoco in mezzo al ghiaccio grazie alla fuoriuscita di carbonio. )

Il secondo è il fenomeno chiamato “amplificazione artico“ ossia il riscaldamento del mar artico più veloce rispetto al resto del mondo .

Un fenomeno climatico che deriva dal riscaldamento delle acque marine dovuto alla fuoriuscita del gas serra e che porterà di conseguenza il ghiaccio si scioglierà più in fretta rilasciando altro gas che riscalderà di più le acque.

Ciò fino ad ora ha portato  all’aumento di 10°, rispetto alla media, nella Russia artica e un aumento nella probabilità di combustione spontanea .

Le dimostrazioni del cambiamento climatico nella Russia artica

Uno di questi incedi a combustione spontanea era già scoppiato nel 31 luglio del 2019 in Siberia , bruciando un’area grande quanto il Belgio e rilasciando in atmosfera  milioni di tonnellate di gas serra , alimentando a sua volta il riscaldamento globale


Gli incendi in Siberia preoccupano Greenpeace Russia


Lo stesso fenomeno , meno disastroso , lo possiamo ritrovare il 7 luglio 2020 , in Yakutia , nella Russia artica orientale .  Rivelato come un grido di avvertimento per la bomba climatica che sta per esplodere .

insomma il mondo sta urlando e noi non possiamo più tapparci le orecchie se non vogliamo che prendino fuoco . Se non dovessimo prendere provvedimenti al riguardo sarà dura anche da immaginare le conseguenze che porterà al nostro pianeta da qui ai prossimi 30 anni.

Commenti