Roma – nella giornata di ieri martedì 5 gennaio 2016 un avvocato armato di coltello spaventa il suo cliente con un coltello ed a causare questa provocazione è stata una lite per la parcella.Dopo l’accaduto l’avvocato è stato denuciato a piede libero dal suo assistito alla polizia di Roma.Il tutto è incominciato un’anno emmezzo fa quando un signore di Anzio, dopo essere stato derubato da un ladro nel suo negozio ha deciso di andare da un’avvocato per iniziare le pratiche di risarcimento dell’assicurazione.Finito il consultorio ieri mattina l’avvocato ha detto al suo assistito di farsi trovare nei paraggi della stazione Termini a Roma da dove poi sono andati subito nello studio di un altro avvocato per ritirare la somma di denaro richiesta .Dopo essere entrato in possesso del titolo l’avvocato ha richiesto il denaro ma l’assistito non avendo con se i soldi ha chiesto di saldare il debito pagando con l’assegno bancario e dopo avere riscosso i soldi.All ‘avvocato non è piaciuta questa procedura da ciò che ha detto la polizia che ha prima innfangato il commerciante con insulti e successivamente lo ha picchiato duramente ma senza recargli danno perché è stato bloccato da un’amico e da un avvocato.l’assistito ha chiamato subito la polizia di Appio che appena chiamati sono giunti sul posto e dopo avere ascoltato il tutto e trovato l’arma hanno denunciato a piede libero l’avvocato

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here