Roma: Silvio Berlusconi, l’unico leader a cui sto pensando per il futuro sono io

0
713

 

Roma, Silvio Berlusconi : Sono in una situazione particolare e non vorrei tornare a parlare di politica, ma sono qua perchè ho fatto una promessa, tornerò a parlare di politica quando Strasburgo mi dichiarerà innocente

Dopo i numerosi dibattiti della giornata di ieri mattina e dopo la continuazione di oggi e’ arrivata la volta di ascoltare l’intervista che il giornalista Nicola Porro farà all’ex Presidentedel Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi alla festa politica di Atreju2015.Il Cavaliere arriva verso le 18:30, un poco in ritardo rispetto all’ora indicata sul programma previsto di Atreju2015, il suo ingresso viene accolto da applausi e da fischi ed appena entrato si dirige subito verso la poltrona del palco da dove verrà intervistato dal noto giornalista Nicola Porro.

Vi proponiamo alcune domande fatte da Nicola Porro al Cavaliere

Nicola Porro: ”ci vuole un leader forte , un leader unico lei ne ha in mente qualcuno”?

Silvio Berlusconi:”Qualche volta ho guardato allo specchio , non mi sono saputo sottrarre alla partita, prima o poi i leader vengono fuori Renzi è un leader della sinistra sbucato fuori per puro caso da sotto un tavolo con provenienza diretta da una scuola democristiana, io sono stato per 20 anni il leader di centrodestra ed ho trattato tutti i miei alleati che mi hanno addirittura ringraziato.Oggi sento sempre il senso di responsabilità”.

Nicola Porro: se lei avesse la bacchetta magica e potesse decidere solo lei, andrebbe subito alle elezioni?

Silvio Berlusconi: ”i Moderati sono da sempre la maggioranza del Paese anche così come siamo conciati oggi tra litigi e gente che se ne va’ ( evviva deo Gratia) finalmente sono scesi da Forza Italia che la vedevano come un Taxi, quindi evviva , Quelle persone che oggi sono rimaste in Forza Italia che gia’ a partire dal 1994 sono scesi in campo  con me con uno spirito grintoso e battagliero per servire il nostro Paese per sottrarlo alla sinistra  comunista”.

Sempre secondo il Cavaliere Forza Italia, Fratelli d’italia e la Lega Nord fanno più voti del Pd. In italia il 50 % degli italiani non sono di sinistra quelli di sinistra sono militarizzati sono italiani delusi dalla classe politica sono italiani rassegnati perchè pensano che il loro voto non conta piu’ niente che almeno si prendono la soddisfazione di starsene seduti comodi su una poltrona a casa.

Dopo un paio di domande il Cavaliere estrae dalla tasca il programma liberale di Forza Italia.

Meno tasse: meno tasse sulle famiglie, sulle imprese e sulla partita iva

Meno stato: riforma della macchina dello stato, riforma del fisco ecc…

Piu’ sicurezza per tutti: riorganizzazione dei campi nomadi ecc..,

Piu’ garanzie per ciascuno: Riforma della magistratura, riforma delle intercettazioni e della custodia preventiva, regolamentazione della polizia penitenziaria ecc…

Piu’ aiuti: pensioni alle mamme, sostegno alle famiglie piu’ bisognose ecc…

 

 

Commenti