Roma – Operazione Magliana Fenix, venti arresti per traffico di droga

0
551

Una nuova operazione antidroga nella Capitale: nome, Magliana Fenix. La Guardia di Finanza ha messo fine al traffico di stupefacenti, gestito da un ex componente della Banda della Magliana.

OPERAZIONE “MAGLIANA FENIX”

Magliana Fenix è il nome dell’intera operazione, che ha condotto gli agenti ad effettuare venti arresti nella sola giornata di oggi. Già in precedenza c’era stato il sospetto del coinvolgimento di un ex appartenente alla Banda della Magliana, Roberto Fittirillo, ma non era stato possibile averne le prove. Alla luce dei nuovi fatti, invece, il sospetto è diventato certezza.

Fittirillo, sessantaseienne residente nel quartiere Tufello, gestiva dunque il traffico di cocaina con un’organizzazione di tutto rispetto. Ad occuparsi della parte logistica il figlio, Massimiliano, insieme a due complici, Enrico Gentilezza e Angelo Braccini. Per la distribuzione invece Fittirillo si affidava ad altri tre complici, Alessio Marini, Stefano Rossetti e Massimiliano Raguli. Tutti questi personaggi attualmente sono agli arresti, compresi diversi altri conniventi, la maggior parte già noti alle Forze dell’Ordine.

IL TRAFFICO DI DROGA E LE NUOVE TECNOLOGIE

Le odierne indagini hanno evidenziato come anche il mondo criminale sia al passo coi tempi. La consegna degli stupefacenti infatti avveniva secondo un metodo atto ad impedire ogni coinvolgimento delle Forze dell’Ordine: gli scambi, ad esempio, avvenivano in maniera frazionata, un sistema ormai perfettamente collaudato. Gli acquirenti posteggiavano la loro auto in un luogo convenuto: qui i venditori entravano in possesso delle chiavi del mezzo, e provvedevano alla consegna. A parte questo, l’organizzazione disponeva di utenze telefoniche riservate e sistemi di criptaggio delle comunicazioni, per rendere impossibili le intercettazioni.

Ma nonostante tutte queste accortezze la Guardia di Finanza ha potuto, in pochi mesi, tracciare il traffico di merce stimata intorno ai cinque milioni di euro. Un’altra imponente operazione portata a termine con successo, grazie all’impegno e alla perseveranza delle nostre Forze Armate.


Gianni Alemanno: l’appello conferma la condanna a 6 anni



Guardia di Finanza


Commenti