Roma, impiccato manichino di Greta Thunberg

0
520

Un gesto macabro quello che si è presentato questa mattina agli occhi di molti cittadini romani che stavano guidando nella zona di Via Isacco Newton a Roma, fra Marconi e Portuense. Sotto al ponte della capitale situato in questa zona è stato “impiccato” un manichino con le sembianze di Greta Thunberg, la nota giovane svedese attivista per la salvaguardia dell’ambiente. Il manichino aveva un impermeabile giallo e le lunghe trecce che ormai da mesi identificano iconicamente Greta Thunberg. Al parapetto del ponte era stato attaccato un cartello con la scritta “Greta is your God”.

alt="Greta Thunberg minaccia"

Atto intimidatorio nei confronti di Greta Thunberg

Il manichino è stato appeso sicuramente nella notte di ieri, in un momento in cui non c’era nessuno in giro. In un primo momento la procura di Roma ha aperto un’indagine contro ignoti per il reato di minacce aggravate nei confronti di Grata Thunberg. Nella tarda mattinata, poi, è comparso un messaggio sui social network che rivendicava l’accaduto. “Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma” recitava il messaggio a firma de “Gli Svegli”, un gruppo che si definisce organizzazione comunitaria. Un gesto di protesta contro la protesta portata avanti da Greta in questi mesi, che sembra poter essere solo uno dei tanti. “Il manichino ha la sua faccia e perfino le sue trecce. Seguiranno altre azioni” hanno scritto sulla loro bacheca di Facebook. La rivendicazione del macabro gesto apre quindi uno scenario inaspettato.

alt="Greta Thunberg"

La condanna del sindaco Raggi e di Zingaretti

Il grave gesto ha trovato la ferma condanna di molti esponenti politici e amministrativi. Una delle prime a esprimersi in merito è stata il sindaco di Roma, Virginia Raggi. Pochi minuti dopo la diffusione sui social delle prime immagini del manichino la Raggi ha twittato: “Vergognoso il manichino di @GretaThunberg ritrovato appeso a un ponte nella nostra città. A lei e alla sua famiglia la mia solidarietà e quella di tutta @Roma. Il nostro impegno sul clima non si ferma”. Solidarietà alla famiglia anche dal ministro per l’ambiente Sergio Costa e dal segretario del Pd Nicola Zingaretti. Le note di solidarietà e i messaggi su Facebook a sostegno del lavoro portato avanti da Greta Thunberg non sono mancate.

alt="Greta Thunberg minaccia"

Duro il commento del Pd capitolino, che ha definito il gesto “un atto indegno nei confronti di chi mostra ogni giorno, nonostante la giovane età, una coscienza e una sensibilità al di sopra di molte altre”. L’impiccagione del fantoccio di Greta Thunberg e lo striscione “Greta is your God”, infatti, non è solo un’intimidazione nei confronti della ragazza svedese, ma anche per tutte le persone che in questi mesi hanno abbracciato la tesi di Greta e sostengono e promuovono azioni per salvare il pianeta. “Esprimiamo tutta la nostra solidarietà e affetto alla giovane e coraggiosa Greta” conclude la nota del Pd di Roma “che nonostante le stupidaggini di qualche idiota, continuerà con entusiasmo ad animare la coscienza di milioni di giovani, donne e uomini che non si rassegnano a veder morire il nostro pianeta”.

Il WWF: “I gesti intimidatori non ci fermeranno”

Grande sostegno a Greta Thunberg in queste ore anche dal WWF, che ha definito il manichino appeso al ponte di Roma come “una visione macabra e volgare” che “dimostra ancora una volta che chi non riesce a contrastare con dati e argomenti il movimento di giovani che si impegnano nella battaglia contro la crisi climatica ricorre alla violenza e all’intimidazione”. “Occorre indagare seriamente e fermare subito i responsabili di questo bruttissimo gesto di incitazione all’odio verso le ragazze e i ragazzi che pensano e agiscono per il bene comune” si legge ancora nel comunicato diffuso dal WWF. “Siamo certi che né Greta, né il milione di giovani scesi in piazza lo scorso venerdì in Italia si lasceranno influenzare da questi gesti intimidatori che manifestano la pochezza e la debolezza degli argomenti di chi non condivide le loro motivazioni”.

E mentre a Roma si “impicca” il fantoccio di Greta Thunberg, a livello internazionale si parla di Greta in lizza per il Nobel per la Pace 2019. Un riconoscimento importantissimo, legato al suo grande impegno per la salvaguardia del clima e del pianeta e alla sua grande determinazione che l’ha portata ad essere seguita da ragazzi e ragazze di tutto il mondo.

Commenti