All’Olimpico va in scena la gara di ritorno degli ottavi di Europa League tra Roma e Lione. All’andata i francesi hanno battuto 4-2 i giallorossi, che sono chiamati dunque all’operazione Remuntada per ribaltare il risultato e accedere ai quarti di finale.

Per farlo Spalletti si affida alla difesa a tre con Rüdiger, che rientra dalla squalifica, Fazio e Manolas, preferisce Mario Rui ad Emerson, non nelle migliori condizioni fisiche, e schiera Bruno Peres sulla destra. La coppia centrale è composta da De Rossi e Strootman, mentre in attacco figura Dzeko come unica punta, supportato da Nainggolan e Salah.

Genesio a sorpresa schiera come esterno destro Cornet, preferito sia a Ghezzal che a Fekir, e in difesa si affida a Jallet che prende il posto di Rafael. È un Lione molto più coperto di quello dell’andata, il cui obiettivo è quello di gestire il vantaggio.

La Roma mostra subito le proprie intenzioni e parte forte e al 6’ c’è la prima chiara occasione da gol con Rüdiger che centra la traversa con una girata di destro su sponda di Manolas; sulla respinta la palla arriva a Salah che ci prova di testa, ma la sua conclusione sotto la traversa trova la bella parata di Lopes, che si supera.

Il portiere portoghese si ripete al 12’ quando Salah, servito da un lancio dalla linea di metà campo di Bruno Peres, lo anticipa ma  lui riesce a respingere il pallone.

Nonostante il netto dominio giallorosso nel primo quarto d’ora a passare in vantaggio è il Lione grazie al gol di testa di Diakhaby, che salta più in alto di tutti sulla punizione dalla destra di Valbuena e trova la rete, insaccando il pallone nell’angolo alla sinistra di Alisson. Ora per la Roma la situazione si complica ulteriormente. 0-1.

I giallorossi non si arrendono e non subiscono il contraccolpo psicologico del vantaggio francese, che ha segnato alla prima occasione utile, e dopo 90 secondi trovano il gol del pareggio. Strootman su un calcio di punizione di De Rossi dalla trequarti  sinistra supera Lopes con un tocco di sinistro in spaccata.1-1.

La Roma, forte del pareggio immediato, si butta nuovamente all’attacco, ma troppo spesso pecca di imprecisione. Al 19’ i giallorossi protestano per un fallo di mano di Tousart in un contrasto con Nainggolan che l’arbitro Kassai avrebbe potuto punire con il calcio di rigore.

Al 23’ Dzeko, servito da Mario Rui, di testa non riesce a trovare la porta e al 32’ Nainggolan ci prova dal limite dell’area, ma il suo destro al volo, calciato in precaria coordinazione, finisce fuori alla destra di Lopes.

Al 41’ i padroni di casa hanno una doppia occasione con Strootman che per ben due volte si trova da solo davanti a Lopes, ma il portiere è bravo nel bloccare in entrambi i casi la conclusione del centrocampista olandese, che poteva fare sicuramente meglio.

La Roma ha dominato il primo tempo e se non è riuscita a trovare il gol del pareggio è solo merito di Lopes, autore di tre interventi decisivi.

La ripresa si apre con un’altra occasione nitida per la Roma con Nainggolan che, servito da Mario Rui, tenta di centrare la porta con un colpo di testa, ma trova ancora una volta l’opposizione del portiere portoghese, che vola e mette in calcio d’angolo.

Al 58’ Spalletti decide di rimpiazzare Bruno Peres, troppo lento nelle ripartenze e troppo morbido nei tocchi, con El Shaarawy, il cui ingresso in campo si rivela subito provvidenziale: al 60’ travolge Valbuena sulla fascia destra, crossa forte in mezzo all’area e Tousart, dopo il rinvio di Jallet, devia il pallone nella propria porta. Autogol del Lione e vantaggio per i giallorossi. 2-1

La Roma ora tenta il tutto e per tutto alla disperata ricerca del terzo gol che le garantirebbe la qualificazione ai quarti, qualora non si lasciasse sorprendere da una rete avversaria. Al 63’ è vicinissima al 3-1 con El Shaarawy che, dopo aver saltato abilmente Morel, stringe troppo il diagonale e la palla finisce fuori di un soffio. Tre minuti dopo Cornet si divora il gol del pareggio, sparando altissimo a porta vuota sul cross di Morel.

Al 74’ Dzeko approfitta di un clamoroso errore di Lopes e segna, ma viene fischiato un inesistente fuorigioco ad El Shaarawy.

Negli ultimi minuti Alisson salva la Roma in almeno due circostanze, prima volando sul destro a giro insidioso di Tolisso poi con una bellissima parata in uscita su Cornet, lanciato in ripartenza tutto solo davanti a lui.

I 5 minuti di recupero concessi sono al cardiopalma, la squadra è tutta riversata all’attacco con anche i neo entrati Totti e Perotti , autore di venti minuti di gioco ad altissima intensità, e vedono il colpo di testa di Dzeko finire alto sopra la traversa ed El Shaarawy calciare a botta sicura con un salvataggio miracoloso di Jallet.

Ai giallorossi, nonostante la vittoria per 2-1 sul Lione, non riesce il sogno della rimonta. A pesare come un macigno è il gol di Lacazette nei minuti di recupero  della partita di andata che ha sancito il 4-2 finale rendendo tutto ancora più in salita per la Roma.

La squadra di Spalletti ha condotto una bella partita, coraggiosa e aggressiva, ma è stata molto sfortunata; lascia la competizione col rammarico di aver sprecato troppo nella partita di andata e di aver ceduto ad una disattenzione su una palla alta, concedendo al Lione la possibilità di segnare il gol valido per la qualificazione ai quarti.

 

 

TABELLINO:

ROMA-LIONE 2-1 (1-1)

(partita di andata 2-4)

MARCATORI: Diakhaby (L) 16’, Strootman (R) 17’, autogol di Tousart (R) 60’

ROMA (3-4-2-1): Alisson; Manolas, Fazio, Rüdiger; Bruno Peres (59’ El Shaarawy), Strootman, De Rossi (84’ Totti), Mario Rui (76’ Perotti); Salah, Nainggolan,; Dzeko. A disposizione: Szczesny, Juan Jesus, Paredes, Emerson.

Allenatore: Spalletti

LIONE (4-2-3-1): Lopes; Jallet, Mammana (78’ Yanga-Mbiwa), Diakhab, Morel; Tousart, Gonalons; Cornet, Tolisso, Valbuena (90’+1’ Rafael); Lacazette (84’ Fekir). A disposizione: Gorgelin, Ghezzal, Ferri, Darder.

Allenatore: Genesio

ARBITRO: Kassai (Ungheria)

AMMONITI: Manolas, Tousart, Strootman, Nainggolan, Mammana, Gonalons, Lopes, Perotti

 

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here