Roma – Arrestato Pusher nascondeva in auto droga e munizioni

0
274

I militari della Guardia di Finanza alle prime ore di oggi sabato 27 febbraio hanno arrestato un pusher di 25 anni. Il ragazzo è finito in manette dopo che le Fiamme gialle hanno trovato nella sua auto, fermata durante un ordinario controllo, tre pistole, oltre 200 cartucce di vario calibro e 197 dosi di marijuana e cocaina.

Un ragazzo di 25 anni è finito in manette con l’accusa di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e detenzione di armi e munizionamento da guerra. L’arresto arriva dopo che la Guardia di finanza ha scoperto un arsenale di armi e munizioni, oltre che una “centrale di spaccio” ambulante a Tor Bella Monaca a Roma. A intervenire sul posto sono stati gli uomini dei baschi verdi delle Fiamme Gialle: durante uno dei consueti pattugliamenti sul territorio i militari hanno fermato un’auto e al suo interno hanno trovato tre pistole semi-automatiche abilmente occultate. Nel dettaglio si tratta di una Beretta 98FS, una Walther e una Beretta 92 Bruni. Dai successivi accertamenti, la terza pistola è risultata rubata nel 2016 ad Ascoli Piceno.

Scoperte 197 dosi di marijuana e cocaina

Ma c’è di più: tra i sedili erano ben nascoste anche oltre 200 cartucce di vario calibro, una custodia per il trasporto di un fucile d’assalto, un passamontagna, 197 dosi di marijuana e cocaina, bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento. Alla guida della macchina c’era proprio il pusher di 25 anni, finito quindi dopo pochi minuti in manette. Ora ai giudici dovrà rispondere di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e detenzione di armi e munizionamento da guerra.

Maxi operazione antidroga sul litorale Sud di Roma

L’arresto del 25enne arriva dopo la maxi operazione antidroga dello scorso 9 febbraio quando gli agenti di polizia hanno arrestato diverse persone accusate di far parte di un’organizzazione criminale dedita al narcotraffico e allo spaccio di droga nelle zone del litorale sud di Roma. Tra gli arrestati, due sono le persone portate in carcere, ad altre due sono stati notificati gli arresti domiciliari. Sette persone hanno l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, mentre quattro persone sono ancora ricercate. Le indagini erano scattate dopo che le forze di polizia avevano fermato un 37enne incensurato che aveva in macchina quasi 10 chili di hashish: una quantità troppo ingente per essere solo un piccolo spacciatore.