Roma – Arrestate 6 persone all’alba per estorsione e spaccio

0
118

Estorsione aggravata dal metodo mafioso, usura, esercizio abusivo dell’attività finanziaria e spaccio di droga.

Questi i reati contestati dai sei appartenenti alla famiglia Casamonica Di Silvio arrestati questa mattina in un’operazione coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, al termine dell’operazione denominata “Carde”.

Sei arresti all’alba ai danni di altrettanti appartenenti alla famiglia Casamonica – Di Silvio. È l’epilogo dell’operazione ‘Carde’ terminato con un blitz degli uomini della Squadra Mobile di Roma e del Servizio Centrale Operativo, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia guidata dal procuratore aggiunto Ilaria Calò.

I reati contestati sono quelli di estorsione aggravata dal metodo mafioso, usura, esercizio abusivo dell’attività finanziaria e spaccio di droga. Ancora non sono noti altri particolari sull’operazione né i nomi degli arrestati.

Raggi: “Casamonica progettavano attentato contro di me”

Proprio ieri, ospite del Maurizio Costanzo Show, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha parlato di un attentato che gli uomini del clan Casamonica avrebbero preparato contro di lei e la sua famiglia. “Io vivo sotto scorta, siamo venuti a sapere che stavano pianificando un attentato contro di me e la mia famiglia ha dichiarato.

A Ostia stiamo combattendo contro gli Spada, a San Basilio contro i Marando, ci sono zone di Roma dove mi si avvicinano per dirmi di andare avanti ma poi si allontanano perché hanno paura di farsi vedere dai clan”.

Ruspe contro le ville dei Casamonica

Lo scorso 21 ottobre un blitz che ha mobilitato oltre cento uomini di polizia e carabinieri, ha portato allo sgombero e all’abbattimento di alcune villette abusive dei Casamonica in VII Municipio. Simbolo del potere e dell’assoggettamento del territorio da parte del clan, sono state abbattute con le ruspe le costruzioni in  via Fratelli Marchetti Longhi, alla Romanina.

Quasi invisibili e sottovalutati, negli ultimi anni il poter del clan casamonica ha subito durissimi colpi inferti dall’autorità giudiziaria, portando anche a una nuova consapevolezza del loro potere e ruolo mafioso nella capitale.

Commenti