Rohden fa sognare il Crotone, battuta l’Udinese per 1-0 e sfida salvezza riaperta

0
210

Il Crotone piega in casa l’Udinese di Delneri e crede ancora nella salvezza, grazie al primo gol in campionato di Rohden che imbuca la palla alle spalle di Scuffet, portando tre punti preziosissimi alla formazione calabrese.

https://www.youtube.com/watch?v=N5DdmZ1T95Y

PRIMO TEMPO – La prima vera occasione della partita è sui piedi di Badu che servito al centro dell’area non riesce a tenere basso il tiro, facendolo finire alto sopra la traversa.
Il Crotone inizia a pressare dopo le prime difficoltà iniziali e si affaccia in attacco con Falcinelli, uomo decisivo per questa stagione, ma anche lui non riesce a trattenere la potenza e non colpendo alla perfezione la sfera non centra lo specchio della porta.

La formazione di Delneri dopo i primi minuti risulta in difficoltà sotto i colpi in velocità della squadra di Nicola che riesce a passare in vantaggio, al 18° arriva la prima rete stagionale per Rohden che gonfia la porta avversaria con un perfetto inserimento su assist di Trotta, facendo letteralmente impazzire i tifosi presenti allo stadio.

Gli ospiti sembrano reagire allo svantaggio e vanno vicini al gol con De Paul, da ottima posizione l’attaccante brasiliano conclude verso la porta, Cordaz si supera e manda la palla in angolo.
Ottimo break dei friulani interrotto dal tiro potente da notevole distanza di Sampirisi che stava per scavalcare Scuffet. Il Crotone non lascia niente al caso, con rabbia e voglia di vincere domina il primo tempo riuscendo a subire poco e creare molto, in particolare con Falcinelli che al 38° si addentra nell’area di rigore avversaria e lascia partire la conclusione, anche in questa circostanza l’estremo difensore si fa trovare attento a deviare in corner.

Si va a riposo con il parziale di 1-0 per la formazione di casa che ha interpretato alla perfezione la partita, lasciando pochi spazi ai friulani.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa gli ospiti tentano di recuperare lo svantaggio, ma Cordaz attento, insieme anche alla collaborazione della difesa, sventa gli attacchi avversari.

Al 50° ancora pericoloso Falcinelli che impegna Scuffet facendolo allungare per bloccare il tiro; i friulani provano ma Cordaz in questo secondo tempo sembra aver chiuso la saracinesca disinnescando tutte le opportunità bianconere, prima si supera sul colpo di testa di Danilo deviando la palla in angolo, poi facendo sua la palla su un altro corner di De Paul.

Al 60° doppio cambio per Delneri, fuori Thereau dentro Perica e dentro Balic per Kums.
Un minuto più tardi altra grande occasione per il Crotone, questa volta è Trotta che di testa colpisce la traversa su cross di Nalini. Al 66° altro grande intervento di Scuffet che salva ancora una volta il risultato sul colpo di testa di Rosi.

Nicola decide di effettuare il primo cambio della partita, togliendo Nalini per Acosty; il tecnico friulano risponde, tentando il tutto per tutto e facendo entrare Ewadro per De Paul.

La difesa padrone di casa mantiene bene la posizione a allontana la maggioranza delle palle inattive create dall’Udinese. Negli ultimi minuti di partita Nicola effettua gli ultimi cambi a disposizione, fuori Barberis e Trotta dentro Suljic e Simy.
Dopo i cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro la difesa calabrese può finalmente alzare le mani al cielo e festeggiare la vittoria con il resto delle squadre.

Tre punti fondamentali quelli guadagnati dal Crotone quest’oggi che non fanno terminare qui la rincorsa per la salvezza, anzi la intensificano perché i calabresi sfruttando la sconfitta dell’Empoli fuori casa contro il Cagliari si portano ad una sola lunghezza di distanza dalla formazione toscana e a due punti dal Genoa, anche lui perdente sul campo dell’ormai retrocesso Palermo.
La formazione di Delneri invece non è riuscita bene a gestire il gioco, finendo per la maggior parte del tempo di subire le iniziative dei padroni di casa; friulani che rimangono a metà classifica a quota 44 punti.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here