Roger Stone – Trump dovrebbe dichiarare la legge marziale per prendere il potere

Il consulente politico di lunga data del presidente Trump, Roger Stone, ha affermato che Trump dovrebbe arrestare tutti gli oppositori

0
368
Roger Stone

L’ex consulente politico di Trump, Roger Stone, ha affermato che qualora il Presidente dovesse perdere le elezioni dovrebbe dichiarare la legge marziale. Inoltre dovrebbe arrestare tutti gli oppositori, da Zuckerberg ai Clinton. Stone ha definito l’elezioni di novembre un’elezione corrotta.

Roger Stone incita Trump a dichiarare le legge marziale

Mancano meno di due mesi alle elezioni presidenziali americane. L’America è sempre più divisa e polarizzata. Il presidente Trump continua con il suo linguaggio incendiario a creare sempre più odio e divisioni. Ora l’ex consulente politico di Trump, Roger Stone, ha affermato che il Presidente dovrebbe dichiarare la legge marziale qualora perdesse.

Stone, figura controversa coinvolto prima nel Watergate di Nixon e poi nel Russiagate di Trump, afferma che le elezioni di novembre saranno sicuramente corrotte. Ha infatti asserito: “I risultati saranno legittimi solo se il vero vincitore, Trump, si insedierà alla Casa Bianca indipendentemente da ciò che dicono i risultati. Se non sarà così il presiedente Trump sarebbe giustificato per usare la forza per conquistare il potere”.

L’ex consulente ha rilasciato queste inquietanti dichiarazioni al programma InfoWars del teorico della cospirazione di estrema destra Alex Jones. Durante il programma i due hanno parlato del “colpo di stato” che secondo loro è in corso contro Trump. Stone ha inoltre affermato che quasi tre decenni fa aveva predetto che questo momento sarebbe arrivato.

Le dichiarazioni di Roger Stone

Durante l’intervista Roger Stone ha chiesto alle autorità federali di sequestrare le schede in Nevada. Ha infatti detto: “Le schede in Nevada, la notte delle elezioni, dovrebbero essere sequestrate dai federali perché sono corrotte”. Inoltre ha affermato che gli agenti dell’FBI dovrebbero impedire fisicamente ad alcuni elettori di esprimere il loro voto.

Tuttavia, la cosa più inquietante che Stone ha affermato è che il presidente Trump dovrebbe dichiarare la legge marziale nel caso di sconfitta e arrestare gli oppositori.

Stone ha dichiarato: “Secondo la legge marziale e l‘Insurrection Act, Trump ha l’autorità per arrestare il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, il CEO di Apple, Tim Cook, i Clinton e tutti coloro che secondo lui sono coinvolti in attività illegali”. Inoltre ha suggerito che dovrebbe anche chiedere l’arresto immediato dell’ex segretario della Difesa James Matties. Il motivo sarebbe perché Matties avrebbe detto che Trump non è adatto alla carica da Presidente.

Infine, L’ex consulente ha detto che anche i giornalisti rischiano l’arresto. Ha affermato: “Se un giornale è coinvolto in atti contro Trump, l’intero staff dovrebbe essere arrestato. Vogliono giocare alla guerra, questa è la guerra”.


Russiagate – Trump concede la grazia all’ex consigliere Roger Stone


Le parole degli esperti

Il professore di diritto di Harvard, Laurence Tribe ha dichiarato che le parole di Roger Stone sono molto preoccupanti. Ha infatti detto: “Questa conquista del potere totalitaria suggerita da Stone deve essere presa sul serio”.

Anche l’ex consigliere della Casa Bianca di Nixon, John Dean, si dice preoccupato e ha accusato Stone di aver invitato il presidente Trump a dichiararsi il dittatore d’America. Ha inoltre sottolineato che è quello che molti repubblicani bramano.

Commenti