Terzo capitolo della saga di Rocco Siffredi in terre di Circe

Oggi 18 settembre 2017 alle ore 16:44 la redazione riceve una una email da parte dell’avvocato Ugo Cardosi, difensore del sig. Manuel Alessi. Chi è costui vi state chiedendo? È quell’ipotetico malvivente che secondo Rocco Siffredi gli avrebbe procurato danni alla sua immagine vendendo un gel fasullo, si sottintende gel per prestazioni sessuali, poiché secondo Rocco Siffredi sarebbe al pari di una crema idratante.

Nella email  ci viene chiesto di togliere la foto dell’Alessi dall’articolo “Rocco Siffredi forse hai esagerato edito il 10 settembre 2017nel quale suggerisco ai lettori di non fidarsi molto di quello che Rocco Siffredi avrebbe raccontato ad altri giornalisti, e alle Iene, poiché secondo la mia opinione le cose non erano come lui le raccontava. Ovvero sosteneva di essere stato truffato mentre io ipotizzavo di no.

Motivo della richiesta è che il Sig. Manuel Alessi essendosi costituito parte civile (ha querelato), grazie all’intervento della nostra testata giornalistica, contro l’attore Rocco Siffredi per grave offesa all’onore e alla reputazione della sua persona, ha portato come una delle tante prove a carico del denunciato la fotografia stessa, che essendo stata acquisita agli atti, non può essere ripubblicata  per tutta la durata delle indagini; ma pure per limitare ulteriori danni alla reputazione dell’Alessi.

Quindi questo malvivente, come Rocco Siffredi ce lo aveva proposto, è invece vittima dell’atto delittuoso dell’attore. Io stesso avevo scritto nell’articolo di cui sopra che l’attore avrebbe potuto incorrere in una simulazione di reato o procurato allarme (reati gravissimi).

Ma chi avrebbe mai immaginato che avrebbe addirittura vilipeso un ignaro pur di ottenere un poco di pubblicità?

Scrissi: “Caro Rocco, spero per te che quel malvivente venga preso subito, in modo da riassestare il tuo personaggio che tanto credi  vilipeso; in effetti essere usati per scopi biechi non piace a nessuno, tu in particolar modo che sei sempre stato accomodante e hai cercato di far sorridere tutti sempre, non meriti questo. Però laddove non c’è denuncia non c’è reato, e questa potrebbe essere una mera simulazione.”

Proprio così. Rocco Siffredi, il re della gentilezza e della generosità, ha speculato su un povero uomo soltanto per farsi pubblicità. Addirittura usando infamia contro di lui, pubblicando le sue foto, e il suo nome. Sputtanandolo tramite un post, che ormai è acquisito agli atti, dove chiede addirittura ai suoi fanatici di trovarlo dietro lauta ricompensa. Neanche fossimo nel Far West…

Queste le parole dell’avvocato Ugo Cardosi:

Egregio Direttore, il sottoscritto Avv. Ugo Cardosi le scrive nell’interesse del sig. Alessi Manuel, interessato da un articolo pubblicato on line dal  Suo periodico.

In particolare nell’articolo del 10/09/2017 a firma Gianluca Calagna, si parla di una simulazione di reato e di procurato allarme da parte di Rocco Siffredi, per una presunta quanto inesistente truffa ai suoi danni perpetrata dal sig. Alessi Manuel. [omissis.]

Il Manuel Alessi in data 15/09/2017 ha provveduto a denunciare presso la Polizia Postale di Latina il noto soggetto (porno attore) , chiedendo la punizione ai sensi della legge penale, come da documento che allego.

[Omissis.]

La saluto cordialmente.”

Siamo soddisfatti di aver restituito giustizia ad un malcapitato nelle mani di un (…).

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here