Robert van den Hoecke: incisore e pittore fiammingo

0
168

Robert van den Hoecke è un architetto, pittore ed incisore fiammingo del 1600. Sui quadri di Hoecke, i soggetti in evidenza rappresentano temi bellici, oppure raffigurano paesaggi. Di fatto, la distinzione artistica del pittore emerge attraverso l’oggettività, dell’espressione delicata del senso della vista, che esegue con cura. Tra le tecniche di Hoecke, risalta la pittura ad olio su rame, dallo stile fiammingo. Inoltre, le scene di guerra che l’incisore – pittore riporta su tela, echeggiano i ricordi propri militari, che esprime nei dettagli minuziosi.

Robert van den Hoecke chi è?

Robert van den Hoecke nasce ad Anversa il 30 novembre 1622 e decede a Bergues nel 1668. I genitori sono Caspar van den Hoecke e Margaretha Misson, di cui il padre pittore. Mentre, il fratello si chiama Jan van den Hoecke, che diviene un personaggio d’importanza mondiale, nelle arti pittoriche. Anche Robert apprende le conoscenze basilari sulla pittura, dal padre. All’età di ventitrè anni, Robert frequenta la scuola d’arte Corporazione di San Luca, in quanto figlio di un maestro.

Robert van den Hoecke: da Anversa a Bruxelles

Quando Robert conclude la formazione scolastica decide il trasferimento a Bruxelles, dove lavora presso Leopoldo Guglielmo d’Austria, governatore dei Paesi Bassi. A fronte di ciò, Hoecke riceve la nomina dall’arciduca, di Controleeur des fortifications pour le service de sa Maj. En Flandre. Quando l’arciduca austriaco guida il governo spagnolo, dei Paesi Bassi diviene un sostenitore dell’arte, che promuove. A ragion per cui, Guglielmo d’Austria riempie la propria residenza di opere d’arte, che commissiona a numerosi pittori. Tra le principali collezioni pittoriche dell’arciduca, figurano nomi come: Frans Snyders, Hoecke, Pieter Snayers, Daniel Seghers, Frans Wouters, Pieter Thijs ed altri.

Robert van den Hoecke: l’arciduca d’Austria

Leopoldo Guglielmo d’Asburgo è un militare, un vescovo cattolico ed anche un collezionista di opere d’arte austriaco. Dal 1641, l’arciduca d’Austria esercita la carica di Gran Maestro dell’Ordine Teutonico. Mentre negli anni cinquanta, il militare ottiene la nomina di governatore dei Paesi Bassi della Spagna. Tuttavia, l’arciduca risulta fratello dell’Imperatore Ferdinando III d’Asburgo.

Lo stile pittorico fiammingo

La tecnica fiamminga utilizza la pittura ad olio, che insiste sui piccoli particolari, dalla riproduzione degli oggetti nei dettagli, al naturalismo e la predilezione ai paesaggi. A fronte di ciò, nomi di noti esponenti e promotori della corrente fiamminga sono: Jan van Eyck, Rogier van der Weyden, Robert Campin. In verità, la pittura fiamminga nasce come scuola pittorica del territorio delle Fiandre, per opera dell’artista Jan van Eick. Inoltre, lacaratteristica fiamminga evidenzia l’uso del colore ad olio, con la scrupolosità della rappresentazione dei dettagli.

La derivazione fiamminga

Il termine da cui deriva l’origine fiamminga della corrente pittorica, trova significato dalla terra dei Pesi Bassi. A fronte di ciò, la pittura comprende tutta l’area della regione, che oggi corrisponde alle attuali zone del Belgio e Paesi Bassi. Tuttavia, lo stile fiammingo comprende anche una fase storica della corrente artistica, che trova lo sviluppo culturale nelle Fiandre. Di fatto, nei centri urbani di Bruges, Anversa e Gand nascono le opere fiamminghe di pittori, che eseguono la tecnica. Alla fine del XVI secolo nasce una distinzione tra pittura fiamminga e pittura olandese. In seguito, la differenza pittorica tra le due aree geografiche, indica una distinzione anche culturale, tra le zone nordiche e meridionali dei Paesi Bassi. A fronte di ciò, conseguono l’espressioni artistiche figurative della religione protestaste a nord ed il cattolicesimo nella pittura del sud.

Le opere

Le principali tele fiamminghe di Hoecke sono: Skating on the moat in Brussels with Archduke Leopold Wilhelm watching, Kampement, Camp, Archduke Leopold Wilhelm at a nocturnal fire, The Outpost, Kampement met een spitse tent, Reiterei, The Cart Accompanied by an Escort ed altre.

La morte

Il pittore ed incisore Robert van den Hoecke decede a Bergues nel 1668, all’età di quarantasei anni.

Commenti