Roaming a pagamento nell’UE per clienti EE e O2

0
270

Se ne sta parlando molto da tempo, ma sembra che ormai sia praticamente ufficiale. I due maggiori operatori di telefonia del Regno Unito si preparano a far pagare il roaming ai viaggiatori nell’UE.

Quando sarà a pagamento il roaming?

Gli operatori in questione sono EE e O2, come abbiamo detto due delle maggiori aziende di telefonia nel Regno Unito. Tuttavia, le modifiche non saranno immediate: si parla infatti del gennaio 2022.


Regno Unito vs Ue: guerra commerciale alle porte


Una nuova tariffa

È stato l’operatore EE a riferire alla rivista online Euronews l’introduzione di una nuova tariffa fissa di 2 sterline (poco meno di 2 euro e mezzo) al giorno per i nuovi clienti, che desiderino utilizzare il proprio cellulare in 47 destinazioni europee. Naturalmente, chi trascorrerà all’estero più tempo dovrà sottostare ad un’offerta più costosa. Un portavoce, infine, ha fatto sapere che sosterrà gli investimenti nel servizio clienti e nella sua rete di telefonia mobile.

I Paesi coinvolti

Nella lista sono compresi i 27 Stati membri dell’Unione Europea, ma anche i suoi territori oltremare. Tra questi troviamo le isole francesi di Guadalupa, Martinica, Saint Barthelemy, Saint Martin e Guyana francese, oltre alla Madeira portoghese. Ma anche le isole del Canale di Guernsey, Jersey e l’Isola di Man. Infine, nella lista figurano anche Monaco, Norvegia, San Marino, Svizzera e Gibilterra.

L’opinione di O2

Soltanto due giorni prima dell’annuncio di EE, anche O2 ha mandato una mail ai suoi utenti aggiornandoli sulla sua politica di utilizzo corretto del roaming. In questo caso, si parla di 3,50 sterline (4 euro) addebitate in più per ogni gigabyte di dati che superi il limite mensile di 25, a partire dal prossimo 2 agosto.