Rivolta a Capitol Hill: oltre 500 accusati

0
589
Assalto a Capitol Hill: l’ira di Trump contro la commissione d’inchiesta

Dopo sei mesi dalla rivolta a Capitol Hill, il Dipartimento di Giustizia ha affermato di aver accusato oltre 500 persone. Il dipartimento, insieme all’FBI, ha riferito che hanno ancora bisogno dell’aiuto del pubblico per identificare 300 persone. Secondo quanto riferito, finora 10 persone si sarebbero dichiarate colpevoli di vari reati.

Rivolta a Capitol Hill: quante persone il DOJ ha accusato?

Il Dipartimento di Giustizia ha affermato di aver accusato oltre 535 imputati sei mesi dopo i disordini del 6 gennaio al Campidoglio degli USA. L’ufficio del procuratore degli USA per il Distretto di Columbia ha dichiarato che 495 imputati sono stati accusati di essere entrati o rimasti in un edificio o in un terreno federale limitato. Ha inoltre aggiunto che 235 imputati sono accusati di ostacolare, influenzare o impedire un procedimento ufficiale, o di aver tentato di farlo. Almeno 165 sono stati accusati di aggressione, resistenza o impedimento a funzionari o dipendenti. L’ufficio del procuratore ha anche riferito che sei persone sono state arrestate con l’accusa di aver aggredito un membro dei media o aver distrutto le loro attrezzature. L’FBI ha rilasciato 11 nuovi video di sospetti che hanno aggredito violentemente gli ufficiali durante le rivolte al Campidoglio.

FBI e DOJ chiedono aiuto al pubblico

Il Dipartimento di Giustizia e L’FBI hanno riferito che hanno ancora bisogno dell’aiuto del pubblico per identificare 300 persone che si ritiene abbiano commesso atti violenti in Campidoglio. Tra questi ci sarebbero 200 persone che hanno aggredito le forze dell’ordine. L’FBI ha riferito che finora dieci persone si sono dichiarate colpevoli di una serie di accuse. L’attacco ha causato circa 1,5 milioni di dollari di danni al palazzo del Campidoglio.


Leggi anche: Trump incita i manifestanti: irruzione a Capitol Hill

Scontri a Washington: Capitol Hill in lockdown

Rivolta Capitol Hill: maggioranza dei repubblicani dichiara il falso