Rivista Esquire: ecco quando uscì il primo numero

0
235
Rivista Esquire

La rivista Esquire fece uscire il suo primo numero in edicola il 4 ottobre 1933. L’obiettivo della celebre rivista statunitense del gruppo Hearst era celebrare l’uomo nella cultura contemporanea e diventare un punto di riferimento in fatto di moda, gusto e lifestyle.

La nascita della Rivista Esquire

Esquire fu pubblicato per la prima volta nell’ottobre del 1933 come un inserto della rivista commerciale Apparel Arts che in seguito cambiò nome in Gentleman’s Quarterly.  Inizialmente, Esquire costava cinquanta centesimi per copia (equivalenti a 9,88 dollari di oggi) e raggiungeva una tiratura trimestrale di centomila copie. Tuttavia, la domanda fu da subito così alta che già il secondo numero del gennaio 1934 si trasformò in un periodico più raffinato con un’enfasi sulla moda maschile e i contributi di Ernest Hemingway, F. Scott Fitzgerald, Alberto Moravia, André Gide e Julian Huxley.
Negli anni ’40, la popolarità delle Petty Girls e delle Vargas Girls fornì un’ulteriore spinta alla circolazione del giornale. Molti tra i più importanti artisti, scrittori e fotografi collaborano con Esquire fin dalla sua nascita. Il magazine si è sempre posto come testata colta ed elegante ma anche irriverente e ironica, aggiudicandosi il titolo di “Men’s Magazine per eccellenza”

L’uscita in Italia

Esquire Magazine cominciò ad essere pubblicato in Italia in versione digitale dal 2017, con cinque diverse sezioni: stile, news, sport, cultura e lifestyle. In seguito, il 16 ottobre 2018, è arrivato in edicola in versione cartacea. L’edizione italiana, raccontano i direttori Giampietro Baudo e Timothy Small, si rivolge all’uomo contemporaneo con un linguaggio audace, originale e provocatorio. Spazio dunque a temi come moda, luxury e lifestyle, ma anche a cultura, società e attualità. L’obiettivo è quindi quello di «raccontare un universo maschile con radici italiane, ma in dialogo con il resto del mondo» spiega Timothy Small. La distribuzione avviene con periodicità bimestrale presso location selezionate ed il Magazine è sostenuto da una tiratura di 100.000 copie.

Commenti