Ritiro responsabile Usa dall’Afghanistan trova un Iran favorevole

0
446
Ritiro responsabile Usa dall'Afghanistan

Un alto funzionario iraniano ha affermato che l’Iran è favorevole al ritiro responsabile delle forze Usa dall’Afghanistan. Lo considera una violazione degli interessi nazionali afghani se il Paese viene abbandonato a un gruppo di opposizione. Il direttore generale del ministero degli Esteri iraniano per l’Asia occidentale Rasoul Mousavi ha affermato che i negoziati con i talebani sono una necessità. Ma ha sottolineato che Teheran sostiene il sistema della Repubblica islamica dell’Afghanistan rispetto a un emirato islamico. Attualmente Teheran ha una cooperazione di sicurezza con i Talebani nelle zone di confine.

Cosa significa per il Paese un ritiro responsabile Usa dall’Afghanistan?

Mousavi ha detto che l’obiettivo degli Usa è il “cambio di regime” in Afghanistan, quindi dovrebbe ritirare le sue truppe in modo responsabile. Secondo lui, un ritiro responsabile significa che “gli americani dovrebbero rispettare la loro responsabilità e non abbandonare un Paese all’opposizione del governo dopo averlo occupato per vent’anni”. Il funzionario iraniano ha detto che abbandonare l’Afghanistan a un gruppo antigovernativo “non sarà un ritiro responsabile e sarà un tradimento agli interessi nazionali del Paese”. Mousavi ha detto che Teheran si sta opponendo al processo guidato dall’inviato speciale statunitense Zalmay Khalilzad. Ma è pronta a cooperare con il processo se ci saranno delle riforme. Questo avviene perché le agenzie di stampa statunitensi hanno riferito che l’amministrazione Trump cerca il ritiro anticipato dall’Afghanistan. “Se gli americani lasciano l’Afghanistan, la presenza degli Usa non avrà più senso in nessun Paese del mondo.”

Le forze afghane sono in grado a sconfiggere i Talebani

La Russia e il Pakistan chiedono un ritiro responsabile dei Usa dall’Afghanistan. “Le forze afghane sono in grado di sconfiggere i Talebani in qualsiasi prima linea se il gruppo non è d’accordo sulla pace”, dice Noor Mohammad Kohnaward, il governatore di Ghor. Il portavoce dei Talebani Mohammad Naeem dice che: l’accordo con gli Usa prende in considerazione una soluzioni di tutti i problemi. “Tutti i problemi sono stati risolti nell’accordo (USA-Talibano). Tutte le forze straniere lasciano l’Afghanistan e in cambio l’emirato islamico dell’Afghanistan si è impegnato a non permettere a nessuno di usare il suolo afghano“. La violenza nel Paese è aumentata. Un leader chiave di al-Qaeda e il leader del Movimento islamico dell’Uzbekistan sono uccisi dalle forze afghane. “Ci sono delle lacune. La guerra è diventata pericolosa, più di quanto non lo fosse all’inizio. Sia per l’Afghanistan che per il mondo”, ha detto Asif Nang, ex governatore di Laghman.


ISIS assalta università afghana: molte vittime tra gli studenti