La scuola sta per ricominciare per milioni di studenti in tutta Italia e in questi ultimi giorni di vacanza i genitori si prodigano tra le librerie per acquistare i libri di testo che i propri figli dovranno avere nello zaino al suono della campanella. A piangere sono soprattutto i portafogli, dal momento che Federconsumatori ha stimato una spesa media di circa 460 euro a ragazzo che frequenta le scuole medie o superiori. Risparmiare, tuttavia, si può approfittando di canali alternativi alla classica libreria, che offrono sconti sui prezzi di copertina o maggiori offerte su altri prodotti di corredo scolastico. Se fino a qualche anno fa le famiglie riuscivano a risparmiare qualcosa sui libri scolastici cercando testi usati nei mercatini delle grandi città, oggi la propensione al libro usato si è abbassata. Secondo un’indagine svolta da Skuola.net, il 64% delle famiglie italiane preferisce acquistare libri di testo nuovi, o almeno buona parte dei libri presenti in lista. D’altra parte, l’acquisto di un libro di testo usato comporta il rischio di dover procedere successivamente con l’integrazione degli aggiornamenti presenti nella nuova edizione o addirittura di dover comprare di nuovo il libro.

Risparmiare qualche soldino sull’acquisto dei libri di testo si può, ad esempio ordinandoli on-line oppure presso il proprio supermercato di fiducia. L’e-commerce nell’ambito dell’editoria è molto aumentato negli ultimi anni, grazie alla possibilità di ricevere i libri direttamente a casa e all’attività di scontistica che i siti di e-commerce possono applicare sui prezzi di copertina. Le liste dei libri adottati da ogni singola scuola sono disponibili online, dal momento che vengono approvati dal Ministero dell’istruzione e sono consultabili da tutti. La piattaforma più semplice per effettuare questo tipo di acquisti, ovviamente, è Amazon, il cui primato nell’e-commerce è indiscusso. Acquistare i libri di testo per l’anno scolastico 2018/2019 su Amazon.it è molto semplice e se si sbaglia a fare un ordine è possibile, entro il 15 ottobre, restituirlo e ricevere un buono di pari importo. Facendo un acquisto di almeno 60 euro si potrà ricevere un buono di 10 euro da spendere in una gamma di prodotti per la scuola, come zaini, astucci e penne delle migliori marche, oltre a tablet e pc. Per procedere con l’acquisto basta andare sul sito di Amazon.it e accedere all’apposita sezione “Back to School”. Cliccando sul link “10€ in regalo con una spesa di 60€ sui libri scolastici” si viene indirizzati al sito adozioniscolastiche.it dove, selezionando la regione, la provincia e il comune, la scuola e la classe di interesse, si potrà accedere alla lista completa dei libri di testo, in cui sono specificati quelli obbligatori e quelli facoltativi di approfondimento. Dopo aver selezionato i libri che si intende acquistare,  mettendoli nel carrello, si può procedere all’acquisto con carta di credito o prepagata e, se l’importo è superiore ai 60 euro, si riceve immediatamente dopo il pagamento un’e-mail con il codice del relativo buono sconto da spendere su Amazon per una selezione di prodotti pensati per la scuola.

Se si vuole dare una possibilità ai libri usati ma non si ha il tempo di girare tra le bancarelle dei mercatini, esiste Libraccio.it, una catena di librerie specializzata nella vendita di libri di seconda mano. Usato garantito: i libri venduti su Libraccio non hanno copertine o pagine mancanti, ma possono presentare segni di usura, sottolineature e note a margine. Su questo sito si possono comprare anche libri nuovi, usufruendo di uno sconto del 15% che Libraccio mette a disposizione dei suoi clienti non direttamente sul prezzo di copertina, ma con un buono da sfruttare per l’acquisto di materiale scolastico entro il 31 dicembre.

Per tutte le famiglie che vorrebbero risparmiare ma non hanno dimestichezza con il computer o che non si trovano a proprio agio con l’e-commerce, esiste un’altra via per risparmiare qualcosa sull’acquisto dei libri scolastici. I supermercati più grandi, come Carrefour, Coop, Conad, Auchan e Pam Panorama, offrono infatti la possibilità di prenotare i testi scolastici presso i propri punti vendita, proponendo sconti traducibili in buoni spesa da utilizzare presso i propri punti vendita su tutto il materiale scolastico.

Risparmiare sull’acquisto dei libri di testo è possibile, bastano pochi click su Internet o recarsi presso un centro di grande distribuzione, rinunciando, tuttavia, al personale rapporto di fiducia con il proprio libraio e mettendo in gioco le proprie abilità investigative per riuscire a scovare l’offerta migliore.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here