RisanaMENTI: al paese serve un aiuto psicologico

0
261
Aiuto psicologico

La cassa integrazione, i pagamenti che incombono e la mancanza di libertà. Tutti fattori da prendere estremamente in considerazione per risanare il nostro paese. Sebbene il Governo non debba scordarsi di attuare un aiuto psicologico.

SOS aiuto psicologico?

Ebbene si. Il crollo economico del paese è il centro del pensiero politico italiano, ma non ci scordiamo qualcosa? Tra perdite di fatturati, multinazionali che premono per “tagliare i rami vecchi”, proroghe di redditi di emergenza, si perde di vista un aspetto cruciale della popolazione italiana. L’aiuto psicologico. Sebbene sembri, che colpisca maggiormente i giovani, abituati ad una libertà sostanziale, non è proprio così. Lo stress psicologico che ha prodotto inizialmente la pandemia è stato tanto tangibile quanto una fitta nebbia da tagliare con il coltello. Ma la situazione a più di un anno di distanza, non è assolutamente cambiata. Anzi, l’istituzione di zone “colorate”, non ha fatto altro che portare la nostra coscienza ad un livello di confusione tale, da perdere di vista noi stessi. Se tutti voi, al di là del sorriso forzato, tenuto su ad hoc per i vostri figli, i vostri genitori ed i vostri cari, vi metteste di fronte allo specchio, scopriresti i disagi della vostra anima. Sconforto, rabbia, nostalgia, stanchezza. Queste sono le emozioni provate, contrapposte alla voglia di evadere.

L’importanza della mimica: dalla Dad al linguaggio non verbale

La necessità di “gruppi di sostegno”

Anche il nostro premier Draghi, ha avvalorato la questione psicologica, come importante e fondamentale. Tale da dover camminare assieme al risanamento economico. E noi ci speriamo davvero. Non solo per noi stessi, ma per il bisogno di una socialità intrinseca nell’essere umano dai tempi dello stesso nelle caverne. Dove, per comunicare e lasciare un segno del suo passaggio, attuava straordinarie pitture rupestri e, le condivideva col resto del proprio gruppo. È di questo che abbiamo bisogno, nell’evoluzione del linguaggio, della condivisioni di emozioni, di stati d’animo. Ed è molto importante un’analisi di gruppo per imparare a rapportarci nuovamente. Può sembrare strano, ma lo stress psicologico, assieme alla mancanza della socialità, può ridurre notevolmente il nostro modo di socializzare con gli altri individui. Tale concetto deve entrare a far parte nuovamente della nostra società, ma soprattutto un aiuto istituzionale, deve arrivare dal nostro Governo. Per essere di nuovo “umani” e, non automi, figli di un Dio minore.

Commenti