Riforma Fiscale: entro 2021 assegno unico alle famiglie

Riforma Fiscale: un intervento da 300 miliardi

0
186
Roberto Gualtieri
Roberto Gualtieri

“La riforma fiscale abbraccerà un arco triennale anche attraverso una legge delega. Intendiamo adottare la riforma già a partire dal 2021, con l’assegno unico per la famiglia. La modalità e la tempistica sono in fase di approfondimento in raccordo con il percorso parlamentare della Legge delega”. Così ha dichiarato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in audizione sulla Nadef davanti alle commissioni Bilancio congiunte.

Riforma fiscale: un nuovo inizio

“Stiamo riflettendo e valutando un ulteriore prolungamento della moratoria sui crediti per le imprese, che scade attualmente il 31 gennaio“. La questione da affrontare secondo il rapporto fatto dalla commissione per gli interventi e valutazione sulla liquidità è seria. La liquidità complessiva di Mef, Mise, Banca d’Italia, Abi, Medio credito centrale e Sace, da l’idea dell’intervento che è possibile fare. Le domande di adesione alle moratorie sui prestiti sono arrivate a circa 3 milioni per un valore di circa 300 miliardi.

Riforma Fiscale: un intervento da 300 miliardi

Gualtieri ha confermato che nel terzo trimestre l’Italia ha vissuto una buona ripresa. Dice anche che l’attuale momentaneo rallentamento, è causa della caduta registrata nella prima parte dell’anno. Si attende un notevole rimbalzo per il terzo trimestre e più contenuto per il quarto. In questo ci vengono a favore i dati, infatti la stima per il terzo trimestre è superiore a quella indicata nel Def di aprile. la crescita del Pil per l’ultimo trimestre è prudentemente fissata allo 0,4%”.

La vera sfida


La vera sfida che dobbiamo affrontare perchè queste stime possano essere confermate, o ancor meglio sorpassate, consiste nel contenimento del virus. Questa sembra ormai esser diventata la porta di sicurezza per giustificare gli insuccessi. La questione è semplice e riporto dal primo paragrafo. “La riforma fiscale abbraccerà un arco triennale attraverso anche una legge delega. Intendiamo adottare la riforma già a partire dal 2021, con l’assegno unico per la famiglia. La modalità e tempistica sono in fase di approfondimento in raccordo con il percorso parlamentare della Legge delega”. Questi soldi ci sono o è tutto in funzione del rimbalzo notevole del terzo trimestre?

Il concetto di confusione

Se abbiamo avuto nella prima parte dell’anno un logico stop and go causato dall’emergenza sanitaria, come è possibile che il quarto trimestre sia in rallentamento per lo stesso problema, anche se il terzo ha avuto un notevole rimbalzo favorevole?


Terzo Settore: prorogato di 10 mesi l’adeguamento degli statuti post riforma


I misteri di palazzo Chigi si infittiscono di dichiarazioni che non possono essere chiarite dai mercati. Fatto salvo l’atteggiamento economico rispetto ai primi due trimestri dell’anno, che oltretutto non hanno potuto portare incremento Pil, dove andiamo a prendere i soldi che non ci sono?

Commenti