Riceve personal trainer a casa, diffidato Fabrizio Corona

0
137

Fabrizio Corona è stato diffidato dal Tribunale di Sorveglianza per violazione della regola sul distanziamento sociale. L’ex paparazzo dei vip ha accolto in casa, il suo il personal trainer, violando i provvedimenti governativi per contenere l’emergenza Coronavirus.

Il Tribunale di Sorveglianza diffida Corona per violazione della regole della pandemia

Questa mattina la polizia di Stato di Milano ha notificato a Fabrizio Corona una diffida del Tribunale. “Nei giorni scorsi – spiega la polizia- è stato accertato che lo stesso, nonostante fosse sottoposto alla detenzione domiciliare, ha più volte ricevuto nella sua abitazione il suo personal trainer. Per questo è stato multato per aver violato il divieto di spostamenti in assenza di comprovate necessità”. L’ex fotografo dei vip è stato quindi diffidato formalmente al rispetto di “tutte le regole”, sia quelle attinenti alla sua detenzione domiciliare, sia quelle riguardanti il distanziamento sociale, pena più gravi conseguenze. 

Fabrizio Corona, l’ex re dei paparazzi e imprenditore, era uscito dal carcere lo scorso dicembre e da allora sottoposto alla detenzione domiciliare prima in un istituto e poi in una casa in affitto. Nella diffida notificata a Corana, gli viene intimato di rispettare sia il rispetto delle regole sul distanziamento sociale, sia le norme inerenti alla detenzione domiciliare. Qualora l’ex fotografo continuasse a ignorare le normative andrebbe incontro a conseguenze più serie.

Il re dei paparazzi torna a fare notizia per le sue vicende giudiziarie, dopo che lo scorso dicembre il giudice di sorveglianza Simone Luerti aveva deciso con un provvedimento il “differimento della pena da eseguire in detenzione domiciliare umanitaria”, con fine pena previsto per marzo 2024. Il provvedimento ha permesso nuovamente la scarcerazione di Corona da San Vittore in cui era tornato dopo alcune violazioni delle regole previste dal regime di affidamento.

Coronavirus. Speranza conferma proroga misure di contenimento fino al 13 aprile

Commenti