Ricette di Vigilia: idee gustose e facili per tutti

0
343
Insalata di miglio con vongole e verdure

Quali ricette di Vigilia, preparare? Abbiamo raccolto 5 ricette per offrire ai propri commensali piatti gustosi ma anche facili e veloci da preparare.

Le ricette di Vigilia per tutti

Creare un menù in grado di coniugare al meglio le ricette della tradizione con i gusti dei propri invitati. Tradizionalmente per la vigilia, se viene rispettata la tradizione, si opterà per un menù a base di pesce. Vediamo alcune ricette per creare un menù di vigilia gustoso ma veloce.

Ricette di Vigilia: stoccafisso accomodato

Lo stoccafisso è un noto secondo piatto della tradizione ligure. Si prepara evidentemente utilizzando lo stoccafisso. La parola “accomodato” associata al piatto è utilizza per indicare una preparazione che sfrutta come ingredienti le olive taggiasche e i pinoli. Si tratta certamente di un piatto molto ricorrente tra le ricette e i menù della Vigilia di Natale.

La ricetta

I Liguri, si sa, non sanno mettersi d’accordo pressoché su nulla: forse è per questo che quasi tutti i piatti della Regione presentano tante varianti locali. Lo stoccafisso accomodato non fa eccezione, ma la ricetta classica (per 4 persone) è più o meno come segue:

500 grammi di stoccafisso
4 patate
4 pomodori
2 spicchi d’aglio
1 cipolla
50 grammi di pinoli
100 grammi di olive taggiasche
olio extravergine d’oliva
un mazzetto di prezzemolo
sale e pepe

Procedimento

Il pesce viene innanzitutto immerso brevemente in acqua bollente per ammorbidirlo e separarlo da pelle e lische, prima di tagliarlo e cuocerlo in padella insieme a un soffritto di olio d’oliva, prezzemolo, cipolla, aglio, pomodori a pezzetti, salsa di pomodoro, olive e pinoli (preferibilmente già tostati in forno o in padella) e a piacere altri aromi e verdure, ad esempio alloro, sedano, carote e capperi. Dopo una prima fase di cottura (20 minuti) a fuoco moderato si prosegue per altri 15 minuti aggiungendo le patate in pezzi e coprendo con un coperchio, avendo cura di stemperare con acqua se il piatto risulta asciugarsi troppo.

Paccheri ai funghi tra le più veloci ricette di Vigilia

Tra le ricette molto veloci da preparare troviamo i paccheri ai funghi. Un primo piatto molto gustoso che in assenza di tempo può risultare perfetto. I paccheri grazie alla loro corposità bilanciano perfettamente la consistenza più molle dei funghi. Inoltre per contenere i costi ma mantenendo intatto il gusto si possono scegliere dei porcini secchi. Per finire: si può condire con una crema di formaggio per renderlo gustosamente cremoso.

I cannelloni ripieni di pesce fra le gustose ricette di Vigilia

I cannelloni ripieni di pesce sono un piatto facile e indicato da preparare per la Vigilia di Natale. Si può presentare in diverse varianti, ad esempio quella con le cozze, o gamberoni oppure cernia. Ma si può anche decidere di semplificare ancora di più la ricetta farcendo esclusivamente con il merluzzo insaporito da pomodori.

Sardine in crosta: rapida e gustosa ricetta

Lasagne ai frutti di mare

Un menù a base di pesce è quello che richiede la tradizione della Vigilia di Natale. E le lasagne ai frutti potrebbero fare al caso vostro per avere un primo piatto perfetto e facile da preparare. Per farle, basterà avvolgere e sfoglie di pasta fresca con una besciamella leggera, insaporita con frutti di mare scottati in padella con aglio, olio e pomodorino fresco. Per i frutti di mare scegliere quelli preferiti, cozze, vongole e calamari, ad esempio.

Ricette di Vigilia: Polpo arrosto su fonduta di formaggio

Può essere utilizzato sia come antipasto o anche come un secondo piatto. Un piatto ideale per il menù del cenone della Vigilia di Natale, arrostendo magari il polpo in friggitrice ad aria o forno e servirlo su una gustosa crema di formaggio pecorino in modo da valorizzare delicatamente il gusto. La ricetta è semplice da realizzare ed è possibile prepararla anche in anticipo.

Ma perché si mangia il pesce alla vigilia di Natale?

Anche se siamo portati a pensare che si tratti di un precetto religioso, in realtà la rinuncia alla carne è più che altro un’usanza popolare. La Chiesa stabilisce i giorni di astinenza, ma fra questi non c’è il giorno prima di Natale a meno che non cada di venerdì.

Ogni regione (addirittura ogni paese!) ha le proprie usanze

Se c’è una tradizione che mette d’accordo tutta l’Italia è quella secondo cui alla vigilia di Natale non si porta in tavola la carne. La sera del 24 dicembre è il trionfo dei piatti a base di pesce oppure di formaggio.

Ma perché la Vigilia è considerata un giorno di «magro»?

Anche se spesso si dice che le origini di questa tradizione affondino nel Vangelo e nei testi sacri, secondo cui astenersi dalla carne sarebbe una forma di rispetto per la nascita di Gesù (come, a Pasqua, per la sua morte), la realtà è diversa. La rinuncia alla carne il giorno prima di Natale è soprattutto un’usanza popolare.