Restrizioni di viaggio UE: verso misure più severe

0
398
Restrizioni di viaggio

Diversi paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen hanno già deciso di imporre restrizioni di viaggio più severe a chi proviene da aree altamente colpite. Il tentativo è quello di proteggere la salute pubblica e controllare la diffusione di il virus e le sue varianti.

Le misure della Repubblica Ceca

Venerdì scorso, le autorità della Repubblica Ceca hanno annunciato di aver aggiunto tre paesi alla lista rossa. Si tratta di Austria, Croazia e Irlanda. Di conseguenza, tutti i viaggiatori non vaccinati che raggiungono la Repubblica Ceca da uno di questi paesi devono sottoporsi al tampone prima dell’arrivo e rimanere in isolamento per 14 giorni dopo il loro ingresso. Tuttavia, il periodo di quarantena può ridursi se si fornisce un test negativo entro o dopo il quinto giorno di autoisolamento. Al contrario, le regole di test e quarantena non si applicano a coloro che hanno ricevuto uno dei vaccini approvati per l’uso dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA), quindi AstraZeneca, Moderna, Pfizer/BioNTech, Johnson & Johnson, e hanno completato tale ciclo vaccinale.


Islanda 2021: le regole per un viaggio in sicurezza


Restrizioni di viaggio in Belgio

Anche Bruxelles ha deciso di inasprire le restrizioni all’ingresso in Belgio per i viaggiatori che arrivano dalle zone rosse. Sulla base di un comunicato stampa emesso dalle autorità belghe, i viaggiatori che non sono stati vaccinati o guariti dalla malattia in arrivo da un paese nella lista rossa devono seguire una quarantena obbligatoria di dieci giorni e sottoporsi a un tampone il primo giorno. C’è la possibilità di abbreviare il periodo di autoisolamento se si presenta un risultato negativo del test il settimo giorno.

La Lituania

Allo stesso modo, la Lituania ha ristretto l’elenco dei paesi verdi. Pertanto, secondo le autorità lituane, al momento la maggior parte dell’Unione Europea e dei paesi terzi è considerata pericolosa dal punto di vista epidemiologico. Gli unici due paesi che sono attualmente inseriti nella lista verde della Lituania sono la Polonia e la Repubblica Ceca. Ciò significa che i viaggiatori completamente vaccinati che raggiungono la Lituania dalla Polonia e dalla Repubblica Ceca e che dimostrano di aver completato la vaccinazione almeno 14 giorni prima dell’arrivo sono esentati dai requisiti di test e quarantena.

I paesi sicuri

Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), solo la Repubblica Ceca, l’Ungheria, la Polonia e alcune regioni di Italia, Romania e Slovacchia hanno rilevato meno di 50 casi positivi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni. Pertanto, viaggiare in uno di questi paesi/regioni è sicuro.

Le restrizioni di viaggio in Francia e Spagna

Seguendo l’esempio di altri paesi dell’Unione Europea, le autorità francesi hanno spostato gli Stati Uniti nella lista gialla. Di conseguenza, ai viaggiatori non vaccinati provenienti dagli Stati Uniti non è più consentito l’ingresso senza restrizioni. Come la Francia, anche la Spagna ha vietato l’ingresso agli americani non vaccinati. Quindi i viaggiatori statunitensi ora possono entrare in Spagna senza essere soggetti a restrizioni solo se sono in grado di presentare un certificato di vaccinazione.