Repubblicani statunitensi iniziano ad assomigliare ai partiti autoritari

Uno studio sull'identità politica ha rivelato che il GOP sta iniziando ad assomigliare molto a un partito autocratico come quelli in Ungheria e Turchia

0
237
Repubblicani statunitensi

Degli esperti dell’istituto V-Dem dell’Università di Göteborg, in Svezia, hanno affermato che i repubblicani statunitensi stanno diventando un partito sempre più illiberale e populista negli ultimi decenni. Inoltre, il recente abbandono dei GOP alle norme democratiche lo ha reso simile ai partiti di governo autoritari come il Fidesz ungherese e AKP turco.

I repubblicani statunitensi assomigliano ai partiti autoritari?

Negli ultimi anni, sotto il controllo di Donald Trump, il partito repubblicano americano ha cambiato completamente la sua visione, e molti dicono che stia diventando un partito autoritario.

Ora, diversi esperti dell’istituto V-Dem dell’Università svedese di Göteborg hanno studiato l’evoluzione del partito repubblicano USA negli ultimi anni.

Secondo i ricercatori, il partito GOP sarebbe diventato più illiberale e populista negli ultimi decenni. È ormai sulla strada per diventare come i partiti dei governi autoritari come il Fidesz ungherese e l’AKP turco.

Anna Luehrmann, vicedirettore di V-Dem, durante un’intervista per la CNN ha dichiarato: “Quello che vediamo è la mancanza di rispetto degli oppositori politici, l’incoraggiamento alla violenza e anche la violazione dei diritti delle minoranze. Tutto ciò è aumentato nel partito repubblicani negli ultimi anni. Si è amplificato da quando il presidente Trump ha conquistato la leadership, ma era presente anche prima”.

Il partito democratico non è diventato illiberale

Secondo lo studio dell’università di Göteborg, invece, il partito democratico statunitense non avrebbe dimostrato un simile avvicinamento verso l’illiberalismo. I ricercatori hanno scoperto che i democratici sono diventati più populisti e anti-elitari a partire dal 2000. Tuttavia, non hanno mai raggiunto il livello dei repubblicani.

Inoltre, i ricercatori affermano che l’illiberalismo ha spinto il GOP lontano dai suoi ideali nazionali e vicino ai gruppi più autocratici.

La Luehrmann ha detto che nel partito repubblicano vi è una “polarizzazione tossica”. Ha asserito: “Quello che vediamo negli USA è che il disaccordo non riguarda più solo la politica, e vediamo che almeno un gruppo politico la pensa così: utilizziamo ogni mezzo necessario per raggiungere gli obiettivi politici”.

I repubblicani statunitensi non si proteggono più le norme democratiche

Il vicedirettore ha anche affermato che i ricercatori hanno notato che i GOP non hanno più la volontà di sostenere e di proteggere le norme democratiche, e che ogni questione viene polarizzata.

Il vicedirettore Luehrmann ha detto: “Il disaccordo sulla politica di immigrazione, il disaccordo sull’uguaglianza LGBT…La discussione si è creata non come dibattito, ma come polarizzazione dei problemi. Quello che possiamo vedere è che vi è una pericolosa mancanza di impegno verso le norme democratiche“.

L’illiberalismo sta diventando un fenomeno globale

Lo studio ha esaminato i cambiamenti nell’identità dei partiti politici in 169 Paesi tra il 1970 e il 2019, sulla base della valutazione di 665 esperti che hanno considerato trenta indicatori dettagliati nella loro ricerca.

Lo studio ha mostrato che gli USA non sono gli unici ad avere una tendenza all’illiberalismo. Questo cambiamento è infatti un fenomeno globale.


Leggi anche: Il sogno americano si è infranto

Commenti