Renzo Sottile, un uomo ed un allenatore straordinario

0
621
Renzo Sottile

Renzo Sottile

Renzo Sottile è nato a Casale Monferrato il 29/06/72. Vi presentiamo un uomo ed un allenatore straordinario che ha negli occhi quel fuoco che scoppia di passione per questo mondo. Ha frequentato il collegio e giocava a calcio. Il preside gli propose di entrare nella squadra salesiana come stopper. La prima squadra all’epoca era in promozione. Dopo un anno, nei giovanissimi, giocò in porta in alcune squadre di paese. Ha sempre cercato di ‘rubare’ dagli altri per imparare al meglio il ruolo.

Un anno per lavoro non ha proseguito. Successivamente raggiunse gli amatori e da lì è scoppiato il suo blasone. Il guardalinee, che era il vicepresidente, lo portò in una squadra di eccellenza e raggiunse la serie dilettantistica al Casale. Giunse al Casale dopo l’esperienza a Novi Ligure.

Dagli amatori fino alla Serie D

Renzo Sottile sognava di fare il calciatore sin da piccolo. Ha fatto tanti sacrifici. Dato che non è riuscito a realizzarsi, a 37 anni ha militato in una squadra di promozione ed era allenato da un preparatore dei portieri della Pro Vercelli. Continuava ad allenarsi come calciatore e come preparatore delle giovanili della Pro Vercelli. Il terzo anno gli venne proposto di fare l’allenatore nel il campionato nazionale degli allievi. Così si buttò a 360 gradi. Da lì decise di seguire questo percorso dando tutto sé stesso. Al quarto anno fallisce la società.

Così va in Eccellenza ma finisce presto anche questa esperienza perché le cose non vanno al meglio. Resta senza squadra perché non era contento delle proposte che gli venivano poste. E quindi approda al Casale arrivando fino alla Serie D vincendo il campionato. Ha lavorato con allenatori del calibro di Ezio Rossi. A Casale però non tutto è andato così come si sperava perché uno dei due presidenti ha preferito portare un altro allenatore dei portieri. Dopo alcuni mesi iniziano ad andare via i pezzi della squadra da Ezio Rossi all’addetto stampa e così via. Lui andò in altra squadra di eccellenza.

Alex Casella, il suo angelo custode

Gli angeli custode esistono ed ora vi spieghiamo il motivo. Renzo Sottile andò al Gozzano perché cercavano un preparatore dei portieri. Accetta subito questa proposta del direttore Alex Casella, a cui si sente legato a lui e alla sua famiglia. Alex gli si è sin da subito mostrato per la sua estrema correttezza ed onestà. Un uomo che ha segnato in modo eccezionale la sua vita.

Due giorni dopo si è presentato al Gozzano nel 2018 ed entra tra i professionisti. È una famiglia questa società in cui ha trovato l’oasi felice. Renzo è sposato felicemente con Sabrina da 15 anni ed hanno due splendidi figli Matteo e Andrea 11 e 8 anni. Matteo fa basket e Andrea vorrebbe riprendere il calcio. Il suo tempo libero è completamente dedicato alla famiglia. Ama i suoi cari e deve tanto anche ai suoi genitori per i valori che gli hanno insegnato. Inoltre possiamo ufficializzare che da mercoledì è stata resa pubblica la graduatoria di ammissione per il corso abilitante come allenatore dei portieri che avrà inizio martedì 10 settembre a Firenze ed ovviamente il nostro Renzo ci sarà.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here