Relazioni poliamorose: i 7 tipi che dovresti conoscere

0
248

Le relazioni poliamorose sono diverse e complesse rispetto alla monogamia. In questo articolo tratteremo i diversi tipi di relazioni poliamorose e ciò che li definisce.

Le varie tipologie, delle relazioni poliamorose

Il poliamore è diventato gradualmente più normalizzato nel mainstream negli ultimi anni. Abbiamo visto molta più rappresentazione nei media e alcune celebrità hanno persino aperto le proprie relazioni poliamorose. E non stiamo parlando di celebrità minori qui, stiamo parlando di importanti celebrità di Hollywood come Will Smith o Megan Fox.

Nonostante tutta la conversazione sul poliamore

Sembra esserci ancora un po’ di confusione su cosa costituisca esattamente una relazione poliamorosa. Poiché il poliamore può coinvolgere più persone, può diventare più complesso rispetto alla monogamia che vede coinvolte solo due persone.

Chi ha inventato i tipi di relazioni poliamorose?

Non esiste un organo di governo globale per i tipi di relazioni poliamorose (anche se sarebbe divertente se esistesse). Per questo motivo, i tipi elencati qui possono variare rispetto ad altre fonti e non è affatto esaustivo. Potrebbero esserci lievi differenze nella terminologia, ma questi sono essenzialmente i tipi più comunemente discussi, almeno online.

1 . Relazioni Poliamorose di tipo gerarchico

In una relazione gerarchica poliamorosa, c’è tipicamente una coppia (di solito chiamata “partner principale”) che è la priorità assoluta l’uno dell’altro nelle loro vite condivise. La coppia principale può vivere insieme, condividere le finanze o persino avere figli. Molto probabilmente hanno anche definito le loro regole e confini quando si tratta di esplorare altre relazioni. Eventuali persone aggiuntive che potrebbero incontrare (individualmente o in coppia) sono in genere chiamate “secondarie” o “secondarie” se vedono più persone. A seconda delle regole della loro relazione, la coppia primaria potrebbe non avere un limite al numero di secondarie che possono avere, purché rimangano le primarie l’una dell’altra.

2 . Poliamore non gerarchico

Rispetto al poliamore gerarchico, il poliamore non gerarchico non classifica le persone in partner primari o secondari. Ogni persona coinvolta è libera di capire le proprie dinamiche relazionali con l’altra persona. Sebbene non esista una gerarchia in termini di importanza o amore, questo gruppo di persone, tipicamente chiamato “policolo”, non deve necessariamente trattare tutti allo stesso modo. Significa solo che nessuna terza parte può prendere decisioni o influenzare le dinamiche relazionali degli altri. Sta a te e ai partner coinvolti discutere come vuoi promuovere il tuo rapporto unico con loro.

Un modo in cui si manifesta il poliamore non gerarchico è l’anarchia relazionale

Gli anarchici delle relazioni rifiutano l’idea che ci siano regole e strutture intrinseche che governano le relazioni romantiche, sessuali e platoniche. Credono inoltre che nessuna forma di relazione (es. romantica) sia più importante di un’altra (es. platonica). Detto questo, non tutti gli anarchici relazionali si identificano come poliamorosi – alcuni potrebbero anche essere intenzionalmente monogami.

3 . Relazioni poliamorose: la Triade

A differenza del poliamore gerarchico e non gerarchico, una triade ha un numero limitato di persone coinvolte. Come suggerisce il nome, le triadi coinvolgono tre partner, in cui ogni persona coinvolta ha una relazione diretta con gli altri due sentimentalmente e/o sessualmente. Questo tipo di relazione poliamorosa viene talvolta definita anche “throuple”, che è un portmanteau di “tre” e “coppia”. Non deve essere confuso con i triangoli amorosi, che le commedie romantiche descrivono in modo così famoso come due persone (di solito uomini) che inseguono la stessa persona (di solito una donna) in modo rivale. Nelle triadi o nei gruppi non ci sono rivalità o gerarchie. Tutti e tre si trattano con uguale priorità e rispetto.

4 . La relazione ”Ve”

Vee prende il nome dalla lettera “V”, che ha tre punti. Il punto singolare in basso si dirama e si collega ai due punti separati. I due punti separati in alto sono entrambi collegati all’unico in basso ma non tra loro. Questo rappresenta la dinamica di una relazione a V. Simile a una triade, le vee coinvolgono tre persone. Una V è quando una persona ha una relazione con due persone, ma queste due persone non sono coinvolte l’una con l’altra.

5 . Relazioni poliamorose: Tavolo da cucina in poliamore

Meno strutturato e più dinamico, le relazioni poliamorose del tavolo da cucina coinvolgono un poligono che è abbastanza in buoni rapporti da potersi sedere attorno al tavolo della cucina e prendere un caffè l’uno con l’altro. Sebbene non tutti in questo tipo di dinamica di relazione siano coinvolti romanticamente o sessualmente, ogni persona è emotivamente connessa tra loro in un modo o nell’altro. Ad esempio, supponiamo che tu sia coinvolto sentimentalmente/sessualmente con due partner. Questi due partner potrebbero anche avere i rispettivi partner con cui potresti non uscire necessariamente (“metamours”). Detto questo, i partner dei tuoi partner sono anche tuoi amici. Trascorrete spesso del tempo insieme, cenate, caffè, giocate a giochi da tavolo, ecc.

6 . Poliamore per feste in giardino

Le relazioni poliamorose delle feste in giardino sono molto simili alle relazioni poliamorose del tavolo della cucina. Entrambi coinvolgono una rete di persone coinvolte tra loro in vari modi.

Tuttavia, la differenza fondamentale qui è che non sei vicino ai tuoi metamori

In sostanza, conosci i partner dei tuoi partner, ma non trascorri del tempo con loro regolarmente come faresti in un tavolo da cucina poliamore. Il nome “festa in giardino” si riferisce al modo in cui tutti hanno familiarità l’uno con l’altro e probabilmente ti ritroverai durante grandi incontri speciali come i compleanni. Ma, oltre a ciò, non trascorrerai regolarmente del tempo con i tuoi metamori.

7 . Solo poliamore

Le persone poliamorose sole hanno relazioni multiple e impegnate con persone diverse, ma danno la priorità a se stesse quando si tratta di decisioni importanti nella vita. Di solito vivono da soli, non convivono o formano famiglie con i loro partner, prendono le proprie decisioni finanziarie e hanno il pieno controllo del proprio futuro. Ciò è in contrasto con una relazione poliamorosa gerarchica in cui la coppia principale condivide queste decisioni l’una con l’altra.

La linea di fondo delle relazioni poliamorose non sono sempre nette

Più persone sono coinvolte, più dinamiche uniche entrano in gioco. In definitiva, dipende da ciò con cui ogni persona si sente a proprio agio: strutture, dinamiche, regole e confini variano da persona a persona e da relazione a relazione. Finché tutti si rispettano l’un l’altro (e se stessi), allora puoi avere una relazione poliamorosa sana, felice e appagante, indipendentemente dal tipo.