Regno Unito: disumano il nuovo sistema di asilo

Il governo britannico sta cercando di reprimere le persone che arrivano da rotte non autorizzate

0
181
Regno Unito: disumano il nuovo sistema di asilo

Il Regno Unito sta pianificando di inasprire le norme sull’immigrazione per rendere più difficile la richiesta d’asilo per le persone che arrivano con rotte non autorizzate, come camion o piccole imbarcazioni. Il nuovo piano è soggetto a molte critiche e c’è chi lo definisce disumano.

Regno Unito: cosa prevede il nuovo sistema di asilo?

Nuove polemiche nel Regno Unito sulle norme per l’immigrazione. Il governo britannico sta infatti pianificando di inasprire le norme sull’immigrazione. Le nuove norme renderebbero più difficile richiedere asilo per le persone che arrivano con rotte non autorizzate. Il Ministro dell’Interno Priti Patel ha affermato che i richiedenti asilo che giungono in Gran Bretagna attraverso rotte organizzate e sponsorizzate vedranno le loro richieste di asilo prontamente esaminate e riceveranno sostegno. Invece coloro che entrano nel paese in modo illegale riceveranno solo un permesso di soggiorno temporaneo e saranno regolarmente rivalutati per l’allontanamento dal Regno Unito.  Patel ha sottolineato che in questo modo il sistema sarebbe equo ma allo stesso tempo fermo. Ha poi affermato: “Le persone muoiono in mare, nei camion e nei container. Per fermare le morti dobbiamo fermare il commercio di persone”.  

Le nuove misure del governo britannico – che non sono ancora state trasformate in legislazione e approvate dal Parlamento – includono anche pene più lunghe per i trafficanti di persone e controlli più severi per individuare adulti che dichiarano di essere bambini. I critici del governo affermano che gli arretrati burocratici hanno lasciato molti richiedenti asilo in attesa per anni sulla decisione del loro status. La pandemia di coronavirus ha avuto un impatto ulteriore al sistema.

Per i critici il nuovo piano è disumano

Il nuovo piano è stato definito dai critici disumano. I gruppi di rifugiati e gli avvocati dell’immigrazione affermano che il piano discrimina ingiustamente i rifugiati in base al modo in cui sono arrivati ​​nel Regno Unito. Mike Adamson, amministratore delegato della Croce Rossa britannica, ha dichiarato: “Le proposte creano un ingiusto sistema a due livelli. Questo è disumano”. Patel ha tuttavia ribattuto dicendo che i cambiamenti sono necessari per fermare le rotte di traffico illegale. Inoltre ha dichiarato che renderanno il sistema più equo perché non darà il vantaggio a coloro che possono pagare per il loro viaggio. Patel ha detto alla BBC: “Ciò che è disumano è consentire alle persone di essere contrabbandate attraverso l’immigrazione illegale, e questo è ciò che vogliamo fermarli. Creeremo percorsi sicuri e legali per consentire alle persone di venire nel Regno Unito in modo sicuro”.


Leggi anche: Cop26: Regno Unito chiede di raggiungere obiettivi entro 2050

Commenti