Regione Campania: nuova ordinanza di De Luca per la prevenzione e la gestione dell’emergenza sanitaria

Il Governatore De Luca ancora più severo nel tentativo di arginare il rischio contagio. Nuove misure per la prevenzione e la gestione dell'emergenza sanitaria.

0
767

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, in data odierna, ha emesso un nuovo provvedimento, ordinanza n. 13 del 12.03.2020 recante “ULTERIORI MISURE PER LA PREVENZIONE E LA GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-2019“.

La decisione è stata adottata in seguito all’innalzamento del numero dei contagi sul territorio regionale e, in particolare, sull’elevato rischio di diffusione del contagio, definito “gravissimo” dal governatore campano.

Un’ordinanza che completa le decisioni già adottate a livello nazionale

Così, a corredo dei decreti adottati dalla presidenza del Consiglio dei Ministri negli ultimi giorni che, dapprima hanno interessato in modo specifico l’Italia del Nord, poi l’intero territorio nazionale con misure dapprima più blande, poi più stringenti, fino al decreto emesso nella tarda serata di ieri che prevede la chiusura degli esercizi commerciali, ad eccezione di quelli relativi ai beni di prima necessità, De Luca ha deciso di emettere un’ordinanza specifica per il territorio regionale.

Cosa prevede il provvedimento

Il provvedimento prevede che:

  • sono vietate le attività dei servizi di ristorazione, pub,ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie;
  • i supermercati e gli altri esercizi che offrono beni di prima necessità sono autorizzati ad effettuare consegne a domicilio, purché si tratti di prodotti confezionati e distribuiti da personale protetto da appositi dispositivi DPI;
  • è onere del comuni e dei piani sociali di zona prendersi cura dei soggetti indigenti e/o soli;
  • gli esercizi che svolgono attività miste, sono autorizzati a svolgere solo le attività di cui all’allegato 1 del DPCM 11 marzo 2020;
  • no a fiere e mercati per la vendita al dettaglio anche dei prodotti alimentari;
  • è vietato frequentare parchi urbani e ville comunali;
  • vietato l’utilizzo di impianti sportivi, ad eccezione di quelli dedicati all’allenamento di atleti professionisti che partecipano a gare e/o competizioni.

Cosa accade in caso di violazione?

La violazione di queste disposizioni, salvo che il fatto non costituisca più grave reato, integra la fattispecie di cui all’art. 650 c.p..

Fino a quando saranno efficaci tali disposizioni?

Il provvedimento ha efficacia immediata e avrà validità fino al 25 marzo p.v..

Il perché della decisione di De Luca

E’ un’ordinanza significativa quella del Governatore della Campania che da giorni si sta battendo per far sì che si evitino gli assembramenti anche all’aperto.

Alla luce dei fatti registrati tuttavia nei giorni scorsi, quando si è constatata l’indifferenza soprattutto dalla parte più giovane della popolazione campana, e visto l’elevato rischio contagio, il cui picco pare sia atteso proprio in questa settimana, De Luca ha deciso di rafforzare le disposizioni del Governo nella speranza di sensibilizzare ancor di più i cittadini al rispetto delle regole imposte.

Commenti