Regina, di nome e di fatto.

A quanto pare la poliedrica blogger, cantante, attrice e intrattenitrice ci ha incantati anche con il suo modo di fare autoironico. Con il suo charme da ragazzetta insicura e divertente, che racchiude dentro di se una vera e propria pantera!

Rossella “Regina” di nome e di fatto, voleva un 2017 memorabile e lo ha ben che ottenuto

con il suo look datato, ma sempre all’avanguardia.

Alcune foto del suo ultimo shooting.

La REGINA del 2017, mi ha rilasciato una breve intervista che condividerò con voi:

Olmina – 1) Ho sentito che l’inizio della tua carriera partì con la forte passione per la musica, precisamente per il pianoforte…dove hai praticato i tuoi studi e come mai non hai continuato la carriera come musicista?

Regina – 1) Cominciai per gioco e per ‘ripiego comunitario’ (nel senso che, vivendo in un piccolo paesello dell’hinterland calabrese, le opportunita’ di hobbies erano alquanto limitate e, all’epoca, le lezioni di piano vivevano un vero e proprio boom)‎…ma dopo i primi tempi, mi resi conto che l’idea dello strumento era piu’ vissuta quale appendice al canto, che altro. Inoltre, lo sprint creativo era tale che, spesso, modificavo, indebitamente, le partiture, adattando l’esecuzione dei classici al mio gusto e questo non poteva che generare le ire dei miei maestri. Quando, dopo l’esame di Teoria e Solfeggio, pero’, la pressione per lo studio dello strumento aumento’, visti i successivi step, concomitanti con gli studi di liceo e conseguenti esami di maturita’, mi guardai allo specchio e decisi che tra cantare o suonare, a me piaceva piu’ la prima cosa.

Olmina – 2) Molte persone fanno fatica ad accettare le battute, invece tu sei molto autoironica, da cosa nasce questa ironia anche su te stessa?

Regina – 2) E’ certamente un’arma per sopravvivere nella giungla di tutti i giorni. Guai a prendersi troppo sul serio…il rischio di ‘scottature’ e’ elevatissimo e…diciamo che odio sentirmi dire ‘te l’avevo detto’, piuttosto che rinfacciarmi ‘lo sapevi gia’ che sarebbe andata a finire cosi’. Dunque la battuta diventa ‘terapeutica’: un comodo cuscinetto per attutire i colpi della vita, oltre che per creare un armonioso oltre che giocoso (per chi si sintonizza nel modo giusto) ‘giardino’ di relazioni attorno a se’.

Olmina – 3) Sei la versione giocosa di una sexy pin up curvy, se ti chiedessero di fare uno spettacolo in lingerie lo faresti?

Regina – 3) Ahahahah…(l‎asciate pure la risata, eh…) Mi lusingate! Cielo, una pin up curvy! Io mi sono sempre vista piu’ nella versione ‘mortadellina calabrese’ (l’esatto mix tra le mie origini e la tradizione culinaria che mi ha adottata)!!! Da questo punto di vista, per quanto mi piaccia militare in un settore molto disinibito, il mio ‘mood’ e’alla monacale style, dunque tanta immaginazione ma poca panoramica! Inoltre, se la casa produttrice di lingerie volesse incrementare le vendite piuttosto che farle crollare a monte, credo le converrebbe puntare su un altro tipo di testimonial, viste le tendenze di mercato….

Olmina – 4) Sei una donna ironica, autoironica ma anche sexy, una donna dalle mille sfaccettature, una come te, che genere di film guarda?

Regina – 4) Ecco, toccate un tasto dolentino, che non smette di far discutere nean‎che le persone a me piu’ vicine. Guardo pochissimi film (farei fatica anche a citare l’ultima entrata al cinema, se e’per questo) e ho anche una pessima memoria di genere. Le commedie, certo, mi piacciono molto; i polizieschi mi intrigano e mi affascinano; ma in generale il cinema mi provoca delle emozioni talmente forti, dipendentemente dalla pellicola, naturalmente, che non sempre sono pronta ad affrontare…diciamo che, per metaforizzare sagacemente, fa un po’ l’effetto balsamico durante un raffreddore invernale (anvedi che bell’immagine…)

Olmina – 5) Sei fidanzata o alla ricerca del vero amore?

Regina – 5) No, non sono fidanzata. Single indefessa. Ma cio’ che e’ancora piu’ preoccupante e’ che sto talmente bene cosi’ che non cerco neanche l’anima gemella. Nel senso, e’chiaro che ho curato la miopia, dunque, l’orizzonte lo scorgo nitidamente, ma…non sono mai pienamente nella stagione della ‘caccia’, diciamo cosi! E’ piu’ il ‘casting-mood’: ti presenti? Ti valutiamo…ma il premio non e’ assicurato

Olmina -6) Ho sentito in una tua precedente intervista che hai sempre guardato tanta televisione, cosa ne pensi dei reality show? Una donna forte come te, parteciperebbe mai ad un reality come il grande fratello?

Regina – 6) Un tempo piu’ che oggi, ho speso qualche ora in piu’ davanti alla TV, confermo. Ma i reality shows, per dirla tutta, non li ho mai sofferti. Quel mezzo, la scatoletta magica dentro la quale sin da piccola nutrivo il desiderio di entrare, dovrebbe ‘allungare’ i sogni, e nondisincantarli, come trovo che facciano i relaity. Molti mi vorrebbero al Grande Fratello, ma…io percepisco arte e spettacolo come cose altre che vedere una pseudo-modella fare la doccia (che per altro sanno fare tutti) o un latin lover concupire le sue coinquiline. Credo, quindi, che se la formula resta la stessa, difficilmente il mio nome fara’ parte di quei cast…anche se, nella vita, mai dire mai!

E voi cosa ne pensate, cari amici lettori?

OLMINA NUNZIANTE alias @IldiariodiInuccia

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here