L’ha picchiata e violentata come “punizione” perché aveva deciso di lasciarlo. L’incubo per una 20enne reggiana è iniziato quando lei è andata a casa del 24enne per dirgli che era finita. Accecato dall’ira, il ragazzo l’ha picchiata, le ha rotto un mobile addosso e staccato ciocche di capelli. Poi l’ha spogliata e violentata. Solo dopo tre ore brutali è riuscita a uscire e dare l’allarme ai carabinieri di Guastalla che hanno arrestato il 24enne.

Il giovane è stato rintracciato dai carabinieri mentre si trovava in un ristorante. La ragazza, invece, è stata portata in ospedale e dimessa con una prognosi di dieci giorni. Quando i carabinieri hanno perquisito l’appartamento, hanno trovato i suppellettili distrutti e le ciocche dei cappelli strappati alla vittima.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here