Reddito di emergenza: partono le nuove domande, tutte le info

Dal 10 fino al 30 Novembre si potrà fare domanda per altre due mensilità di reddito di emergenza. Tutte le info e novità del Decreto Ristori.

0
1201

Sono partite il 10 novembre le domande per il Reddito di Emergenza relative ai mesi di novembre e dicembre. La misura di sostegno economico, istituita nel Decreto Agosto ed ora ripresentata nel decreto Rilancio è di nuova operativa fino al 30 novembre. Spetterà a a tutte le categorie con particolari requisiti che non sono coperte dagli ammortizzatori sociali e dagli attuali bonus previsti per far fronte all’emergenza sanitaria.

A chi è rivolto il reddito di emergenza di novembre e dicembre?

E’ riconosciuto ai nuclei familiari in possesso dei requisiti socio-economici previsti dalla legge, come per il decreto Agosto. E come per il reddito di cittadinanza il beneficiario non è il singolo, ma l’intero nucleo familiare. Proprio su questo si calcola l’importo spettante che va da 400 a 800 euro per due mensilità.

I requisiti secondo quanto stabilito dal Decreto Ristori sono:

  • residenza in Italia;
  • il valore del reddito familiare, nel mese di settembre 2020, inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio;
  • un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anni 2019 inferiore a una soglia di 10mila euro, accresciuta di 5mila in caso di presenza del nucleo familiare di un componente i condizione di disabilità grave e di non autosufficienza come definite ai fine ISEE;
  • valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore a 15mila euro.

Quali sono le categorie di beneficiari?

  • lavoratori precari, a chiamata e irregolari;
  • disoccupati con Naspi e Dis-Coll scadute;
  • lavori intermittenti.

A chi non spetta il Rem?

Il Rem non spetta se uno dei componenti del nucleo familiare ha beneficiato già di una delle indennità previste dal decreto Cura Italia. Inoltre sono esclusi i pensionati, ad eccezione dei titolari di assegno ordinario di invalidità, come pure i beneficiari del reddito di cittadinanza. Non rientrano nella lista nemmeno i detenuti e le persone ricoverate in strutture di lunga degenza a totale carico statale. Infine sono fuori dalla misura anche i lavoratori dipendenti con una retribuzione lorda superiore alla soglia massima di reddito familiare, individuata in relazione al composizione del nucleo.

Come fare domanda del Reddito di Emergenza?

La domanda può essere presentata attraverso i seguenti canali: online sul sito Inps attraverso il servizio dedicato, oppure tramite i servizi offerti dal Caf e dai Patronati. Chi ha già percepito il Rem in precedenza non dovrà fare domanda per le due nuove mensilità. In questo caso l’Inps eroga d’ufficio in modo automatico sul conto corrente del cittadino il sostegno economico.

Dovrà invece fare domanda direttamente, solo chi ha i requisiti e non ha mai ottenuto il beneficio. Oppure chi ha ottenuto solo il primo Rem. Le domanda dovranno essere presentata dal 10 al 30 novembre. Finora questa misura economica ha raggiunto 290mila famiglie per almeno due mensilità, per un totale di 698mila unità coinvolte. Per quanto riguarda l’importo medio erogato è stato di 558 euro. Ebbene l’emergenza sanitaria sta portando con sè l’inevitabile emergenza sociale ed economica del Paese. Per fortuna un pò di ristoro dall’Inps!