Red Carpet Venezia 76: sirena look o princess?

1
1230

Grandi dive, starlettes, o apparizioni fugaci sul red carpet di Venezia 76, comunque sia, tutte cercano il flash dei fotografi, tutte vogliono essere le regine del tappeto rosso, chi con outfit regali, chi rischiando la cosiddetta “buccia di banana”, esagerando con spacchi e scollature supersexy.

Modi diversi di rubare la scena alle colleghe: chi indossa creazioni Haute Couture che brillano di luce propria e chi punta tutto sulla sensualità di abiti sirena che possono esaltare la femminilità di chi li indossa, ma anche rischiare l’effetto cartoon Jessica Rabbit.

Dopo sette giorni di tappeti rossi, questo è il momento per andare a fondo alla questione e dare le nostre pagelle alle varie interpretazioni del look red carpet!

Princess Style Red Carpet Venezia 76

Il Princess Style rimanda alla favola, al sogno: un abito vaporoso di tulle o taffetas impreziosito da perle o cristalli che esalta il punto vita e si apre a corolla.

Ricorda, s’ispira agli abiti principeschi da sposa e come tale richiede allure da vendere, un portamento appunto regale, ma anche una certa dose d’ironia e di giocosità, perchè princess, sì, ma del XXI secolo!

Venezia 76 – Meryl Streep: le foto verso il Red Carpet
Le foto di Monica Bellucci all’arrivo a Venezia 76

Facile in questo look scivolare nell’effetto bomboniera o zucchero filato che dirsi voglia!

Alessandra Mastronardi alla Prémiere

Alla prémiere, la madrina incanta tutti con una creazione Armani Privée, best dressed per la sezione Princess style. Nero, leggermente increspato sullo scollo, con una lavorazione incredibile di applique sferiche, piccole sfere bianche che si posano delicatamente sul tulle e un’ampia gonna svasata. Capelli raccolti effetto wet, orecchini large secondo la tendenza bijoux in auge quest’anno alla Biennale e sorriso radioso che rapisce. Il mood giusto per indossare una mise di tale importanza!

Sirena Look

Altro mood è quello del look sirena che origina dalla Diva delle Dive, Rita Hayworth, rimasta nell’immaginario collettivo come la prorompente e tentatrice Gilda, protagonista dell’omonimo film del 1964.

La cosiddetta “bomba atomica”, per l’esplosione di sensualità nella scena famosissima del guanto, in cui la diva mima un “potenziale”spogliarello, sfilandosi i guanti lunghi, altro must del look da vamp. Abito fasciante che esalta curve sinuose, spacco vertiginoso e bustier che lascia nude spalle e braccia, questo il mood della Diva.

Rita Hayworth sul set di Gilda, 1946

Un look classico per il red carpet, ad alto tasso di sensualità, interpretato piu o meno bene dalle varie presenze femminili della Biennale del Cinema in corso. Basta un niente e si scivola verso la caricatura o peggio, in un nude look che non lascia niente all’immaginazione!

Scarlet , overo la quintessenza della diva, osa il red on red firmato Celine. Glitter rosso fuoco, tatuaggi a vista, attitude sexy esaltata anche dal beauty look: smokey eyes, capelli wet e bocca infuocata. Il giusto e degno contraltare rock del look princess della madrina, Alessandra Mastronardi!

Stay Tuned! Ai prossimi aggiornamenti!

Commenti