Un grande esempio di efficienza e collaborazione quello che ha portato, lo scorso dicembre, alla realizzazione in tempi record di una mini rotonda in un piccolo comune del torinese.

Negli ultimi mesi di un 2017 che ci siamo ormai lasciati alle spalle, Reano ha infatti richiesto alla Città Metropolitana di Torino di procedere alla progettazione della messa in sicurezza di un incrocio a raso che rappresentava un pericolo per veicoli e pedoni.

Data l’urgenza della realizzazione di quest’opera, al Comune è stata concessa la partecipazione ad un Bando che gli ha permesso di incassare un contributo economico da utilizzare però inderogabilmente entro il 2017.

Un’impresa degna di lode su ogni fronte. L’accordo, stabilito il ventidue settembre scorso in una stretta collaborazione tra paese e città, ha garantito la redazione di un progetto esecutivo e definitivo, la direzione dei lavori ed il collaudo. Il progetto, definito ad opera dell’ufficio tecnico del Servizio Assistenza Tecnica Enti Locali, è stato trasmesso da Torino il due ottobre ed approvato da Reano il sei dello stesso mese.

Da qui la necessità di procedere immediatamente ai lavori che avrebbero definitivamente smantellato il pericoloso incrocio sito tra la provinciale 184, via Villarbasse e via della Nombarda.

Un plauso particolare va alle imprese che hanno preso parte ai lavori e che con dedizione hanno permesso la concretizzazione del progetto. Più nello specifico, il Comune ha affidato l’appalto per le opere stradali e i lavori complementari per la realizzazione della piattaforma rialzata alla Ditta IDEALPOSA srl di Francesco Rugolo.  Le opere di segnaletica stradale sono state commissionate invece alla Ditta Salah Amir Segnaletica mentre l’impianto di illuminazione pubblica ad ENEL SOLE.

L’impresa si è conclusa eccellentemente. Il cantiere delle opere è stato infatti consegnato il sedici ottobre e ultimato in tempi record il ventinove novembre. Il primo dicembre è stato poi emesso il certificato di regolare esecuzione attraverso il quale l’amministrazione comunale ha potuto inviare alla Regione la rendicontazione entro il sette dicembre.

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here