Re degli Zulù: scandalo a corte per la successione

La Regina Mantfombi, nel suo testamento con grande disappunto della corte, nomina il figlio Misuzulu Zulu come futuro sovrano del Kwazulu-Natal

0
245
Re degli Zulù

Ogni casa reale che si rispetti ha i suoi scandali. Questo vale anche alla corte del regno degli Zulù. Seppur non sia una monarchia reggente, non abbia potere politico e costituzionale ma solo un valore meramente simbolico il Re degli Zulù è un’autorità tradizionale. In Sudafrica non si può scindere da quello che è il rapporto tra la popolazione Zulù, che raggiunge i 12 milioni di persone, e il loro Re. Nel regno del Kwazulu-Natal il Sovrano “regna senza regnare” e rappresenta il collegamento tra tradizione e modernità di un popolo. Il Re degli Zulù, Zwelithini è morto a marzo per complicazioni dovute al diabete e al covid, una delle sue 6 mogli Mantfombi Shiyiwe Dlamini Zulu, viene eletta regina reggente. Ma la sua prematura scomparsa, ad un mese e mezzo dal Re, mette in scena lo scandalo a corte.

Chi è il nuovo Re degli Zulù?

Nella successione al regno non è previsto che sia necessariamente il primogenito del Re a salire al trono. Nel caso specifico pare che ci sia stata una movimentata nomina con tanto di rimostranze da parte dei vari principi e principesse. Infatti, il defunto Re aveva 28 figli, e la Regina reggente non era la sua prima moglie. Nel testamento di Zwelithini a sorpresa si trovò il nome di Mantfombi come reggente. Nel testamento della Regina, aperto venerdi scorso si scopre che sarà suo figlio ad essere il nuovo Re degli Zulù: il principe Misuzulu Zulu.

Chi è Misuzulu Zulu?

Il principe Misuzulu, 46 anni, è il figlio maggiore che la regina Mantfombi ha avuto con il Re. Dopo la cerimonia funebre della Regina, venerdi, si è tenuta la lettura del testamento, sentendo il nome di Misuzulu un altro principe si è opposto ed ha interrotto la lettura del testamento. Sono in tanti a corte che si chiedono quanto possa essere valido il testamento della Regina per nominare un successore, dopotutto per farlo avrebbe dovuto avere l’autorizzazione del defunto Re. Misuzulu partecipando al funerale della madre con i paramenti tipici riservati ai reali, una fascia di leopardo, ha chiesto l’unità tra i membri della casa reale. In seguito al caos scoppiato per la rivendicazione del titolo, le guardie del corpo hanno scortato il principe a palazzo.


La Regina degli Zulu muore a 65 anni


A quanto ammonta l’eredità Zulù?

La rivista Forbes ha stimato il patrimonio di re Zwelithini in 20 milioni di dollari netti. La famiglia reale invece, riceve un budget di 5 milioni l’anno dal governo sudafricano. I possedimenti terrieri del popolo Zulù sono tra gli argomenti della controversia, il Re è l’unico fiduciario. Al momento è un trust che controlla quasi il 30% dei territori della terra del Kwazulu-Natal quasi 28.000 di chilometri quadrati. La disputa sulla successione era già in corso durante la breve reggenza della regina Mantfombi. Il popolo sudafricano pare sia affascinato da questa vicenda che non ha ancora un esito certo. Sicuramente non mancheranno i colpi di scena, come da copione nelle grandi saghe familiari.

Commenti