Ralf Brandstätter: il nuovo ad di Volkswagen

0
258
Ralf Brandstätter nuovo ad

Un comunicato ufficiale conferma le voci su probabili cambiamenti ai vertici del gruppo Volkswagen. Il consiglio di sorveglianza del gruppo ha deciso che dal 1° luglio il nuovo amministratore delegato del marchio sarà Ralf Brandstatter. Sostituirà nell’incarico Herbert Diess, che manterrà la responsabilità di ceo del gruppo. La società punta su Brandstätter perché questi faceva già parte di Volkswagen.

Chi è Ralf Brandstätter?

Ralf Brandstätter è diventato rappresentante generale del Gruppo Volkswagen nel 2015. Due mesi dopo è entrato a far parte del consiglio di amministrazione Volkswagen con responsabilità per gli acquisti. Dal prossimo 1° luglio 2020 sarà il nuovo amministratore delegato. L’ingegnere tedesco prenderà il posto di Herbert Diess, che resterà leader dell’intero gruppo di Wolfsburg. Brandstätter avrà il compito di portare avanti lo sviluppo di Volkswagen. Il gruppo vuol arrivare a vendere almeno 1,5 milioni di auto elettriche entro il 2025.

La decisione del consiglio di sorveglianza

Il massimo organo amministrativo del gruppo automobilistico non avrebbe digerito i problemi riscontrati con il lancio della nuova Golf e le difficoltà con cui è alle prese la ID.3 nella fase di lancio. Nelle ultime settimane, caratterizzate dal blocco delle consegne, i sindacati hanno rivolto forti critiche a Diess. Contestano il danno di reputazione causato all’azienda, che ha poi minato la fiducia dei clienti e messo a rischio tanti posti di lavoro. L’obiettivo del gruppo Volkswagen, si legge nel comunicato ufficiale, sarà quello di una maggiore attenzione in questa fase di trasformazione dell’industria automobilistica.

La trasformazione promossa da Volkswagen

Volkswagen aveva cominciato il percorso di trasformazione dalla mobilità a combustione interna a quella elettrica qualche anno fa. Un percorso non semplice, che richiederà ancora decenni e che la pandemia ha frenato, ma solo momentaneamente. Entro il 2040, infatti, Volkswagen avrà i mezzi per abbandonare la produzione di auto a combustione interna a favore di quella di auto elettriche.

Commenti