Radiologo 58enne arrestato per violenza sessuale

0
505
Radiologo 58enne

Si finge medico per molestare le pazienti: radiologo 58enne arrestato per violenza sessuale. Le vittime del radiologo 58enne sono circa una decina

Le vittime del radiologo 58enne sono circa una decina. L’uomo le faceva spogliare fingendosi medico, poi le toccava in modo inappropriato fingendo di doverle visitare. La denuncia è partita da una 17enne, che si è accorta di qualcosa che non andava nel modo in cui il dottore la stava toccando. L’uomo aveva inoltre piazzato delle telecamere nello studio e nello spogliatoio per riprendere le pazienti a loro insaputa.

Si fingeva medico, faceva spogliare le sue pazienti tutte ragazze minorenni e le toccava in modo inappropriato. Non solo: aveva piazzato dei cellulari nello studio e negli spogliatoi, in modo da riprendere pazienti e tirocinanti mentre si spogliavano. Un uomo di 58 anni finito già agli arresti domiciliari nei mesi scorsi, è stato raggiunto da nuove accuse dopo le indagini condotte dagli agenti della Squadra Mobile.

Trovato morto 82enne nel Parco del Pineto a Roma: era scomparso venerdì

Grave incidente in via Borghesiana Roma

Il re delle truffe on line arrestato a Roma

Secondo quanto riportato da Il Messaggero, nei cellulari del 58enne sono stati trovati numerosi video che hanno permesso di accertare un numero maggiore di vittime rispetto alle due iniziali che lo avevano fatto arrestare. Sono circa dieci gli episodi di violenza sessuale di cui adesso è accusato. Le altre ragazze abusate dal finto medico sono state contattate dagli investigatori e hanno confermato le violenze.

Radiologo accusato di violenza sessuale: le indagini

Le indagini sono partite dopo la denuncia di una giovane di 17 anni, che ha scoperchiato un vaso di Pandora e fatto emergere un modus operandi che andava da anni. La ragazza aveva raccontato ai genitori che il medico da cui era andata l’aveva sottoposta a un controllo anomalo. L’aveva fatta spogliare completamente e toccata in modo strano, non come avviene durante le normali visite mediche.

La 17enne aveva raccontato anche che il “medico’ le si poggiava addosso con insistenza. I genitori sono andati a sporgere denuncia alla polizia insieme a lei, scoprendo che il 58enne non era nemmeno un medico, ma un tecnico radiologo. Nell’inchiesta sono stati sequestrati i suoi telefoni cellulari, nei quali sono stati trovati i video che girava all’insaputa di colleghe e pazienti. Adesso, oltre all’accusa di esercizio abusivo della professione deve rispondere anche di violenza sessuale.