Radio Kaos ItaLis: una realtà con voce alternativa, che si fa sentire!

0
1105

di Rosy Balzani on Twitter @rosybalzani

I non udenti, hanno una lingua senza voce, la loro lingua si chiama LIS (lingua dei segni italiana), e non è ufficialmente riconosciuta in Italia.
Eppure, la LIS rende possibile la comunicazione tra non udenti, e tra non udenti e udenti. Cosa cercano? Ve lo spiego: chiedono al Parlamento Italiano di riconoscere UFFICIALMENTE la LIS, come accade in ben 44 altri Paesi nel mondo, tra i quali figurano gli Stati Uniti, la Cina, la Spagna e la Francia, tanto per citarne alcuni.


La convenzione dell’ONU sui diritti delle persone con disabilità del 2006, riconosceva la LIS promuovendone l’acquisizione e l’uso.
Il riconoscimento della LIS come una vera e propria lingua garantirebbe la libertà di un non udente di scegliere come comunicare ed integrarsi: un effettivo e illimitato accesso all’informazione, alla comunicazione, alla cultura, all’educazione, ai servizi, alla vita sociale, lavorativa e perfino ricreativa; un’equa rappresentazione politica e giuridica, l’accesso all’istruzione… la dignità.
Di seguito vi riporto per intero una mail che mi è giunta poco fa, certa di non far danni a nessuno :

‘’Siamo un gruppo di ragazzi, tutti sotto i trenta anni. Due cose ci uniscono: siamo non udenti e ci siamo incontrati grazie ad una radio. Radio Kaos ItaLis è nata da un’idea che potrebbe sembrare paradossale: creare un progetto radiofonico per promuovere l’integrazione tra non udenti e udenti. E ci siamo riusciti, dimostrando a noi stessi che le barriere all’integrazione possono essere superate. Eppure ci è capitato di dover affrontare diversi problemi dovuti al non riconoscimento della LIS, come non avere la possibilità di poter spiegare al pronto soccorso i nostri problemi di salute o dover trascorrere anni a scuola senza un’assistente alla comunicazione.’’



Cosa chiedono in definitiva questi ragazzi? Che venga data loro una possibilità di vita normale, che possano integrarsi in modo confacente alla realtà quotidiana che va di corsa e non aspetta nessuno! Come possiamo farlo? Semplicemente, firmando la petizione per chiedere a tutti i capigruppo della Camera dei Deputati e del Senato, al Presidente del Senato Pietro Grasso e al Presidente della Camera Laura Boldrini di impegnarsi affinchè la LIS venga finalmente riconosciuta come lingua ufficiale dal Parlamento italiano. Chiedono che la LIS venga riconosciuta anche in Italia, che ne dite, la firmiamo tutti?
Di seguito trovate il link che vi rimanda alla petizione diretta, io ho già firmato, vi aspetto numerosi!
https://www.change.org/it/petizioni/io-segno-la-lis-ma-lo-stato-italiano-non-riconosce-la-mia-lingua-iosegno?alert_id=BqiBjuoELy_AJnayqnHuX&utm_campaign=21610&utm_medium=email&utm_source=action_alert
il link della radio è questo : www.radiokaositaly.com