Questo è l’orrore che il mondo tace per il suo orrore

0
330
Questo è l'orrore

Quindici famiglie palestinesi devastate dai soldati israeliani, questo è l’orrore che il mondo tace. Questo è omicidio, questa è strage e non c’è nulla da dire. Che il Dio di tutti i popoli vi maledica, che il Dio di tutti i popoli porti la distruzione sul vostro orrore.

Questo è l’orrore: questo è l’orrore di un mondo assassino?

Ci sono bambini sotto le bandiere palestinesi. Ci sono madri che hanno perso occhi che non hanno menzogna, che non hanno passato, ma solo la terra sotto cui saranno sepolti, anzi sotto le pietre sotto cui saranno sepolti. Accanto a quelle bandiere ci sono vecchi stanchi e sordi dalle milioni di esplosioni che hanno fatto tuonare la loro notte e i loro giorni. Quindici famiglie palestinesi hanno perso almeno tre, probabilmente di più, dei loro componenti sotto i bombardamenti sulla Striscia di Gaza. Genitori e figli, neonati, nonni, fratelli, nipoti sono tutti morti insieme.

Quando questo orrore?

Morti quando Israele ha bombardato le loro case, le loro vite e perseguitato il loro respiro. A quanto si sa oggi, non gli era stato dato alcun preavviso che gli permettesse di scappare dalle abitazioni. Avete colmato questo mondo di lacrime, di sangue, di grida senza fiato. Lo avete colmato oltre la consapevolezza della disperazione, l’apoteosi della perdizione e del suo flagello. Avete distrutto il senso dell’essere e questa è strage e non c’è nulla da dire.

Tutto inutile

È tutto inutile a questo mondo. L’etica, la morale, la scienza, la filosofia, tutto è morto sotto le mille guerre combattute, sotto milioni di morti trucidati. La storia che tanto amo non ha insegnato, è stata usata a vantaggio del vendicatore, a vantaggio dell’orrore destinato all’occhio per occhio. Questa è strage e non c’è un cazzo da dire.

Vorrei solo non essere il silenzio estremo della tua disperazione, colma di suppliche, colma di lacrime per poter essere l’estremo contrario. Guardami nelle mie dilatate pupille di oblii senza nome… Sentirai il sospiro di ogni dio… Sublime essenza del perdersi nell’essere. Mi macchierò di Assenzio per essere veggente dei tuoi segreti. Shhhh! Non urlare… Ti amo ogni estremità… Se devi uccidere uccidi me, se devi bestemmiare bestemmiami… Se devi ingannare inganna me… So già ciò che stai compiendo… Se l’amore di cui hai bisogno passa attraverso il mio delirio che io sia esso. Sfigura il mio cuore se hai bisogno, ti attenderò di notte nella notte dei miei sogni notturni. Morirò per te in nome di quel Dio che non ha nome… Ti amo oltre il saper di amare, ti amo oltre il saper di poterci morire“.