Questioni di volo: quando ritorneremo a volare?

Quando potremo tornare a volare? E come cambieranno le nostre abitudini in volo?

0
403
questioni di volo

Già un anno dall’allarme pandemia e, ahimè, ci siamo ancora dentro. Anche sulle questioni di volo le domande incalzano: quando potremo tornare tra le nuvole? Quando avremo la possibilità di presentarci serenamente ad un gate con un bagaglio di normalità? Tutte le speranze riposte in una proficua campagna vaccinale dunque non ci resta che incrociare le dita.

Questioni di volo: quando potremo tornare a volare?

Risposte certe ancora non ne abbiamo, ma gli esperti del settore sono concordi nell’affermare che tutto dipenderà dai piani di vaccinazione di massa dei governi europei. Tuttavia possiamo già tirare una prima stima e quindi dire che i viaggi, quelli tranquilli e volti alla totale spensieratezza, riprenderanno solo a partire dalla fine del 2023.

Lo studio del Boston Consulting Group

Secondo uno studio del Boston Consulting Group tre sono gli scenari possibili sul fronte del turismo. Con una copertura vaccinale sufficiente entro l’estate 2021 riprenderemo a viaggiare su lunghe distanze alla fine del 2023. Però dobbiamo mettere in conto anche un possibile ritardo nella somministrazione dei vaccini. Quindi se il rimbalzo fosse meno veloce e la distribuzione dei vaccini dovesse spostarsi tra fine 2021 e inizio 2022, il ritorno in quota del settore potrebbe slittare a fine 2024. Ultimo e più angosciante scenario sarebbe quello derivante da una distribuzione su larga scala dei vaccini a fine 2022. Questa cosa consentirebbe una ripartenza dei viaggi aerei solo a partire dal 2025.

Questioni di volo e corsa ai vaccini

Molte compagnie aeree inglesi hanno già avanzato la proposta di introdurre un passaporto sanitario simile al Green Pass israeliano. Difatti questo consentirebbe ai vaccinati di viaggiare in tranquillità. La corsa al vaccino tuttavia sta procedendo a diverse velocità anche nei Paesi europei. Fra i Paesi desiderosi di far ripartire il turismo il prima possibile vi è la Grecia, che ha già completato la vaccinazione di tutti gli abitanti delle isole Meganisi, Kalamos e Kastos sul Mar Ionio e Ikaria nell’Egeo. Inoltre la Grecia ha firmato un accordo con Israele per consentire ai cittadini vaccinati di poter viaggiare tra i due Paesi senza dover sottoporsi alla quarantena.

L’Europa e il turismo

Al di là delle singole iniziative di alcuni Stati, in Europa le speranze di una veloce ripresa del settore sono svanite sotto il peso delle recenti restrizioni. Le compagnie aeree infatti registrano per l’anno in corso un calo della domanda del 52% rispetto al 2019 e in Italia del 56%. In questo panorama i viaggi che dovrebbero recuperare più in fretta le caratteristiche pre-Covid sarebbero quelli di piacere. Ad oggi però non possiamo dire altro sulle dinamiche del viaggio né sul turismo in generale. Ci siamo ancora tutti nella pandemia e solo una fitta e solida campagna di vaccinazione potrà darci una mano per ripartire più forti di prima.


Voli Cancellati: Novità, le Compagnie Aeree Risarciscono

Ryanair: rimborso dei voli cancellati entro 3 mesi