Quella Casa Nel Bosco – un horror intelligente ed ironico

"Quella Casa Nel Bosco" è contemporaneamente un horror vero e proprio ed una parodia. Una delle opere più geniali degli ultimi 10 anni.

0
1413

“Quella Casa Nel Bosco” è un film horror con elementi da commedia del 2011. Diretto da Drew Goddard e sceneggiato a quattro mani con Joss Whedon, si tratta di una delle pellicole che hanno messo fine al periodo più fiacco per l’horror, ma soprattutto di uno dei rari esempi di horror moderno dotato di un fondo di ardita ironia ed attimi cinicamente divertenti. Il cast include la superstar Chris Hemsworth ed altri interpreti come Kristen Connoly, Anna Hutchison, Fran Kranz, Jesse Williams, Richard Jenkins ed altri. Si tratta probabilmente di uno degli horror più apprezzati di sempre dalla critica professionista.

TRAMA: cinque ragazzi vengono manovrati tramite droghe da alcuni pseudo-scienziati e spinti a recarsi in una baita in un bosco sperduto. Attraverso elaborati escamotage, questi scienziati riescono a fare in modo che i ragazzi scendano in una cantina ricca di particolari cimeli: tali oggetti servono per invocare esseri demoniaci che arriveranno immediatamente per ucciderli, il tutto mentre nel frattempo le droghe somministrate ai ragazzi li trasformano gradualmente in stereotipi prestabiliti da chi ha organizzato il tutto. Nel frattempo, nel laboratorio quasi tutti si comportano come se la scena a cui stanno assistendo fosse una partita di calcio o qualcosa del genere…

Horror estate 2019: i film in uscita fino a settembre

VALUTAZIONE: “Quella Casa Nel Bosco” è penalizzato da un titolo che lascia pensare al classico cliché della casa maledetta in cui avvengono fatti inspiegabili, ma in realtà dietro questa facciata c’è ben altro. Il film è infatti un gioco continuo con i principali stereotipi riguardanti i film horror: parodia e horror serio nel contempo, esso mette in scena una vicenda terribile con un costante velo di cinismo ed ironia e ripropone il concetto di “banalità del male” in chiave contemporaneamente mistica e scientifica, oltre che moderna. Dal punto di vista parodico, il film colpisce soprattutto “La Casa”, capolavoro a cui fa riferimento in moltissimi punti. Ad essere colpite sono tuttavia anche altre figure horror iconiche, tutte parodiate attraverso le terribili creature che appaiono nel film: abbiamo quindi la versione basic di Pennywise, quella di Samara e perfino delle creature incredibilmente somiglianti alle classiche figure degli horror anni ’30/’40 che oggi non farebbero più paura a nessuno nonostante siano rappresentate comunque come esseri letali – contraddizione sottolineata con intelligenza.

Non mancano, tuttavia, i frangenti di alta tensione e vera paura, sia quando il rischio è soltanto suggerito senza che si manifesti (la scena del lupo impagliato) che quando invece esso si palesa in tutta la sua brutalità; alcuni momenti di azione sono comunque volutamente ovattati da un velo di ironia, che spesso va a colpire gli stereotipi dei comportamenti degli horror come: la scelta di determinati prototipi di personaggio quando a morire è una comitiva di ragazzi, frasi come “restiamo uniti” seguite immancabilmente da una separazione, le sceneggiature piene di troppa carne sul fuoco, il classico benzinaio fanatico che collabora con il male ed altro. A questo si unisce una recitazione molto adeguata, regia e sceneggiatura impeccabili ed una storia molto ben scritta, che si arricchisce di particolari che potrebbero spingere lo spettatore a profonde riflessioni. Notevoli soprattutto i frangenti in cui la faccenda riesce a passare dal serio all’ironico (o viceversa) nel giro di un istante.

Di seguito il trailer di “Quella Casa Nel Bosco”. Il film è visionabile in streaming sulle piattaforme Netflix, YouTube, Google Play, Infinity.

Commenti